BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTI PROTOMARTIRI DELLA SANTA CHIESA DI ROMA/ Santo del giorno, il 30 giugno si celebrano i primi martiri della storia del cristianesimo

Pubblicazione:

(InfoPhoto)  (InfoPhoto)

SANTI PROTOMARTIRI DELLA SANTA CHIESA DI ROMA, SANTO DEL GIORNO: IL 30 GIUGNO SI CELEBRANO SANTI PROTOMARTIRI DELLA SANTA CHIESA DI ROMA - Il trenta giugno di ogni anno vengono celebrati i santi protomartiri della Santa Chiesa di Roma, ovvero coloro che vennero definiti come i primi martiri della storia del cristianesimo. Molte persone non ebbero neppure il tempo di poter essere identificate: questo per il semplice fatto che, i loro nomi, non vennero rivelati agli storici del tempo, anche poiché le condanne furono praticamente immediate. Queste persone erano i primi cristiani che, durante il regno di Nerone come Imperatore di Roma, cercarono di diffondere la parola del cristianesimo nella città. Moltissime altre persone, che non vedevano di buon grado alcune delle scelte che vennero effettuate da parte dell'imperatore, decisero di abbracciare la religione cristiana, visto che essa si basava su dei principi che venivano reputati come maggiormente umani da parte della popolazione, che poco sopportava le leggi di Nerone. Nel 54 dopo Cristo, la figura di Nerone era apprezza ma, dopo quell'anno, egli iniziò a perdere il consenso dei suoi suddetti. Nerone aveva capito che, le cause delle sue sventure, erano da attribuire a questi primi cristiani, che col loro modo di fare riuscivano a far breccia nel cuore delle persone. Questo dava parecchio fastidio allo stesso Nerone, il quale fece il possibile per screditare queste persone religiose. Il suo piano, però, non andò a buon fine ed anzi, le sue azioni vennero ovviamente non viste di buon occhio da parte delle persone che vivevano nell'impero. Nerone decise quindi di compiere un gesto clamoroso, ovvero incendiare la città di Roma: questo avvenne attorno al 64 dopo Cristo, anno che segnerà l'inizio dei cambiamenti per le persone che seguivano gli insegnamenti della religione cristiana. Nerone, che non voleva perdere ulteriormente il consenso del popolo dopo tale azione, sfruttò questo atto per incolpare i primi cristiani, generando quindi un'onda d'odio incredibile nei confronti di queste persone. L'imperatore venne quindi definito come il primo persecutore dei cristiani visto che, prima di quell'anno, cristiani e politeisti riuscivano a convivere in maniera civile senza troppi contrasti. Nerone fece quindi il possibile per poter catturare i cristiani, che vennero da lui reputati come la causa per le quali, le divinità romane, avevano deciso di punire l'intera città e la popolazione. Dopo averli catturati, Nerone riuscii in parte a convincere la popolazione delle sue parole: la rabbia prese subito il sopravvento nella mente dei sudditi dell'imperatore, che decise di condannare a morte tutte quelle persone che predicavano la religione cristiana. I santi protomartiri della Santa Chiesa di Roma vennero condannati a delle torture incredibili: alcuni di essi vennero arsi vivi dopo che vennero ricoperti di pece. Il fuoco che li bruciava serviva non solo per purificare l'aria ma anche per poter riuscire ad illuminare le strade e far pace con gli dei adirati. Nerone voleva anche fare in modo che, queste punizioni fossero esemplari: per questo alcuni martiri vennero dati in pasto alle belve feroci ed altri decapitati. Tra di essi spiccano Pietro e Paolo, ovvero gli Apostoli di Gesù: il primo venne crocifisso, mentre il secondo decapitato. Proprio questi due vengono maggiormente ricordati tra i nomi dei martiri, mentre gli altri solo menzionati e ricordati in una celebrazione solenne che avviene a Roma, del quale essi sono patroni assieme a Pietro. 

I SANTI DEL 30 GIUGNO - San Ladislao viene ricordato in Ungheria in quanto egli fu il primo monarca ad abbracciare la religione cristiana ed a fare in modo che, il politeismo e le eresie, vennero eliminati completamente dal suo territorio, unendo la popolazione tutta sotto un'unica religione, ovvero quella cristiana, che divenne quella ufficiale durante il suo regno.



© Riproduzione Riservata.