BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SOS MIGRANTI/ Muoiono ma cercano la vita, l'Europa invece si suicida

InfophotoInfophoto

Non basta neppure aiutarli là, dopo che per secoli abbiamo depredato la loro terra e stretto alleanze coi dittatori che ce l'hanno permesso. Non io, non tu, d'accordo. Noi eravamo comunque troppo distratti per accorgerci dei soprusi. Continuiamo, peraltro, a sostenere paesi come l'Arabia Saudita e la Turchia, che neanche troppo velatamente finanziano il terrorismo fondamentalista, prima causa di tanti viaggi della morte. 

Possiamo continuare a tergiversare, pensando che sbianchettare la Costituzione sia il primo interesse, che cambiare sindaco in qualche città ci doni sicurezza e fiducia? Possiamo esaltarci per uno zero virgola in più di occupazione, e mostrarci soddisfatti per un sorrisino della Banca Centrale? I profughi, i migranti sono l'unico, vero, serio problema, nel senso di pietra d'inciampo, nel senso di un fatto che non possiamo eludere né rimandare.  

Mestamente ricordiamo che altre morti ci han fatto ben più impressione, sono riuscite a sviarci dal politicume quotidiano, ci hanno visto protagonisti in parate e fiaccolate in memoriam. I morti sono tutti uguali, non si fanno confronti. Appunto. Sono tutti uguali, anche se vengono da lontano e hanno un altro colore della pelle. Sembra banale dirlo, in tempi di ossessione malata di politically correct. Ma anche qui, dipende da cosa serve a raccattar voti e immagine, e cosa meno. Europa, hai deciso di morire.

© Riproduzione Riservata.