BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

VERONICA PANARELLO / Delitto Lorys Stival, news: la mamma rischia 30 anni di carcere (Oggi, 6 giugno 2016)

Veronica Panarello, ultime news: la mamma di Lorys Stival risulterebbe capace di intendere e di volere. Attesa per oggi la perizia psichiatrica alla quale si è sottoposta.

Veronica PanarelloVeronica Panarello

Rischia 30 anni di reclusione, ovvero il massimo della pena prevista dal rito abbreviato, Veronica Panarello, la mamma di Santa Croce Camerina in carcere a Catania con la grave accusa di aver ucciso e poi nascosto il corpo del figlio primogenito Lorys Stival. Sarebbe questa l'ipotesi nel caso in cui la perizia psichiatrica - i cui esiti sono attesi per oggi - dovesse confermare la piena capacità di intendere e di volere della donna, come sarebbe ormai emerso dalle ultime indiscrezioni. Secondo quanto trapelato e riportato da BlogSicilia.it, fonti vicine all'accusa dicono che la richiesta di condanna a 30 anni di reclusione a carico di Veronica Panarello sarebbe già pronta. A differenza di quanto la difesa rappresentata dall'avvocato Francesco Villardita sperava di dimostrare, dunque, la mamma di Lorys Stival non sarebbe affatto pazza ed anzi avrebbe agito lucidamente.

E' attesa per oggi la perizia psichiatrica alla quale si è sottoposta nelle passate settimane Veronica Panarello, madre di Lorys Stival ed accusata del suo delitto avvenuto il 29 novembre 2014. A riferirlo è il sito BlogSicilia.it, per il quale la posizione della giovane mamma di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, rischia di aggravarsi sempre di più con il passare delle ore. Le indiscrezioni sul responso del documento medico rivelano la piena facoltà della donna di intendere e di volere. La madre di Lorys, dopo essersi sottoposta a perizia psichiatrica, per volere della sua difesa si sarebbe sottoposta anche ad una risonanza magnetica per valutare eventuali malformazioni cerebrali con possibili - ed annesse - turbe del comportamento ma anche in questo caso il risultato andrebbe a scapito della Panarello in quanto non sarebbe emerso un quadro psicotico tale da giustificare il delitto del quale si sarebbe macchiata. Secondo fonti vicine all'accusa, alla luce dei risultati della perizia psichiatrica e che confermerebbero la piena capacità della mamma di intendere e di volere, il rischio è che possa essere condannata a 30 anni di carcere, ovvero alla pena massima prevista dal rito abbreviato scelto dalla sua difesa al fine di evitare il quasi certo ergastolo. Veronica Panarello, come sappiamo, nei mesi scorsi aveva avanzato l'ennesima versione al fine di giustificare la sua presunta innocenza rispetto al delitto del piccolo Lorys Stival, figlio primogenito di otto anni. In quell'occasione aveva dato la colpa dell'omicidio al suocero (padre del marito Davide) Andrea Stival, asserendo di aver avuto con lui una relazione segreta, movente del delitto. A sua detta, infatti, Lorys sarebbe stato ucciso dal suocero dopo la scoperta del piccolo della loro relazione extraconiugale e in seguito alle presunte minacce del figlio di rivelare tutto al padre.

© Riproduzione Riservata.