BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FUNERALE EMMANUEL CHIDI NAMDI/ La misericordia? Un eterno fuori-programma

Chinyery, la vedova di Emmanuel Chidi Namdi, ieri al funerale (La Presse)Chinyery, la vedova di Emmanuel Chidi Namdi, ieri al funerale (La Presse)

Il buon samaritano fa la misericordia, non la carità organizzata. La carità si può fare anche senza Dio, la misericordia no perché è Dio stesso. Ecco perché sono contento di essermi fermato, di essermi fatto fermare da queste parole dell'Angelus di oggi. Voglio imparare a fermarmi, voglio correre inciampando, voglio avere tante domande da fare quante sono le risposte che già possiedo. Voglio che l'altro mi interpelli, voglio ricevere lezioni di vita dalla vita, dalla sua vita.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
11/07/2016 - Cristo è già venuto... (maurizio candelori)

la Carità, come ogni altra parola con accezione "cristiana" non è che la scopriamo ora! E nemmeno la possiamo declinare tradendo la semantica che è stata decisiva per la sua adozione. La Carità come la Misericordia sono parole ben note ai dottori della Chiesa, ai suoi Santi e a molti altri ma non a tutti... Ora, il fatto che abbiamo forse smarrito in tanti il loro significato (mi ci metto lealmente anche io), non vuol dire che dobbiamo rideclinarle in maniera "moderna o modernistica" sgranando gli occhi come di fronte ad una novità che i vari Giussani, i Papi e tantissimi altri tornando indietro fino al punto sorgivo che è Cristo, non ci hanno mai indicato! Ecco, solo questo, mi sembra che stiamo scoprendo Cristo dopo 2000 anni, cioè la VIA VERITA' e VITA ma non lo nominiamo perché pare che questa Verità debba essere riproposta con pudore e quasi... vergogna! Io credo che devo essere testimone della Verità ma questo non collide con l'abbracciare l'altro per ricevere da lui, chiunque esso sia! E poi.... Carità e Misericordia verso i ricchi e potenti? Non è forse più difficile? Invece mi pare che valga solo quella verso "categorie sociali" ben precise... ma con loro non è forse più semplice dare una mano con "compassione" perché è chiaro che ne hanno bisogno e apprezzeranno? ma con quelli antipatici, ricchi, boriosi ecc... che pensano di non aver bisogno di nulla, come la mettiamo?