BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Cercasi donatori sangue / Scontro treni tra Andria e Corato: CRAT invita a programmare donazioni per i prossimi giorni (oggi, 12 luglio 2016)

Emergenza sangue scontro treni Andria-Corato: i centri emotrasfusionali della Puglia hanno richiesto donazioni di sangue di gruppo 0 positivo e negativo. La precisazione dell'asl di Barletta

Incidente fra treni (Foto Lapresse)Incidente fra treni (Foto Lapresse)

In seguito alla richiesta di sangue per far fronte all'emergenza dovuta allo schianto dei due treni nelle campagne fra Andria e Corato, il Centro Regionale per le attività trasfusionali (CRAT) della regione Puglia, insieme al Coordinamento inter-associativo dei volontari Italiani del sangue, il CIVIS, che unisce Croce Rossa, Avis, fidas e fratres, ha istituito la Bacheca delle Maxi-emergenze, attraverso la quale è stato comunicato che "è stata resa tempestivamente disponibile una scorta di sangue", questo da quanto si apprende dal quotidianosanità.it. Il CRAT rende noto che allo stato attuale ogni richiesta urgente è stata soddisfatta e invita i donatori a contattare le varie associazioni per i prossimi giorni. Il CRAT in queste ore è in costante collegamento con il Centro nazionale sangue (CNS) e con le associazioni locali dei donatori volontari di sangue e sta coordinando tutte le attività di richiesta di donazione. 

Il tragico scontro fra treni andato in scena in Puglia tra due convogli regionali della linea Bari Nord fra Andria e Corato ha comportato una vera e propria emergenza sangue. In particolare i centri emotrasfusionali nelle scorse ore hanno diffuso sul web un appello indirizzato ai donatori di sangue di gruppo 0 positivo e negativo. Prontissima la risposta del popolo pugliese che in particolare ad Andria ha partecipato in maniera massiccia costringendo i vertici del centro trasfusionale a consigliare a quanti erano in procinto di recarsi ad effettuare la donazione, di posticipare il prelievo alla mattinata di domani. L'appello diffuso tramite web ha rischiato anche di creare un po' di scompiglio quando in alcuni post (si veda come esempio quello dell'ex partecipante di Uomini e Donne Beatrice Valli) è apparsa la necessità di medici e infermieri extra. A mettere ordine è arrivata la sottolineatura da parte dell'asl di Barletta che ha rimarcato come non serva personale medico aggiuntivo, ribadendo come principio fondamentale quello di "evitare confusione". Intanto, nella speranza che l'emergenza sangue rientri al più presto, per chiunque voglia effettuare la propria donazione riportiamo i numeri telefonici utili per mettersi in contatto con i vari centri emotrasfusionali: Avis Ruvo 0802620320, Avis 0808724178 e Andria reparto ematologia 0803620320. 

© Riproduzione Riservata.