BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MARIA UNGUREANU / Morta a dieci anni: interrogatori in corso, sentiti nuovamente i giostrai (Oggi, 13 luglio 2016)

Maria Ungureanu, ultime news: proseguono le indagini sulla bambina di quasi dieci anni annegata nella piscina del resort. Sentiti i giostrai che negano presenza di ragazzi pagati a nero.

Maria UngureanuMaria Ungureanu

La morte di Maria Ungureanu, la piccola di quasi dieci anni ritrovata senza vita quasi un mese fa a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, ha portato all'avvio di intense indagini al fine di scoprire la verità sul suo presunto delitto, preceduto da reiterati abusi. Chi ha portato la bambina nel giardino del resort e fatta successivamente annegare nella piscina, dove è stata rinvenuta completamente nuda? Sono domande alle quali gli inquirenti stanno cercando di rispondere proprio in questi giorni. Intanto, come riporta Urban Post, nella giornata di ieri sono state avviate nuove ricerche anche attraverso l'uso delle unità cinofile, durante le quali sono state setacciate le zone frequentate da Maria Ungureanu prima del 19 giugno scorso, giorno della sua scomparsa e della successiva morte. Nelle operazioni è stato incluso non solo il luogo del delitto ma anche la sua vicina abitazione. Proprio dalla sua casa, come aveva riportato il settimanale Giallo, erano stati prelevati nei giorni scorsi alcuni indumenti attentamente analizzati. Nelle prossime ore sarà possibile scoprire quali sono stati gli esiti delle perizie compiute dai Ris. Gli inquirenti puntano tutto sulle testimonianze finora raccolte e sugli interrogatori ancora in corso, al fine di scoprire dettagli utili su quanto realmente accaduto la sera del 19 giugno, quando in concomitanza con la festa del santo patrono di San Salvatore Telesino, Maria Ungureanu fece perdere le sue tracce dando il via ad un giallo al momento ancora senza soluzione e senza i presunti responsabili. Tra le persone sentite, anche i giostrai che proprio la sera del delitto si trovavano nella piccola comunità in provincia di Benevento. Gli stessi avrebbero negato la presenza di ragazzi rumeni pagati a nero ma che però sarebbero stati visti anche dal padre di Maria. Proprio su di loro ricadrebbero al momento i maggiori sospetti della famiglia della vittima e delle forze dell'ordine.

© Riproduzione Riservata.