BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTUARIO DI MONTALLEGRO/ Rapallo: furto sacrilego, rubato il quadretto che la Madonna lasciò al contadino

Furto sacrilego e atto di blasfemia questa notte al santuario della Madonna di Montallegro a Rapallo: rubato il quadretto donato dalla Vergine e gettate per terra le ostie del tabernacolo

Il Santuario di MontallegroIl Santuario di Montallegro

Costernazione a Rapallo, sulle cui colline si trova uno dei santuari più noti e amati dell'intera Liguria e non solo, quello della Madonna di Montallegro. Qui stamane ci si è accorti che in nottata ignoti hanno rubato il quadretto che secondo la tradizione popolare la Madonna stessa lasciò il 2 luglio 1557 a un contadino del posto, Giovanni Chichizola, raffigurante la stessa madre di Gesù. Non solo: il fatto che siano state profanate le ostie che erano nel tabernacolo gettate a terra, fa pensare a un vero e proprio atto blasfemo. A Montallegro saputo del furto sono giunti immediatamente il vescovo Alberto Tanasini e il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco. La Madonna di Montallegro venne fatta patrona di Rapallo nel 1739. Secondo la tradizione il pomeriggio di venerdì 2 luglio 1557 la Vergine apparve a un contadino che si era addormentato vicino a una roccia dopo un lungo viaggio. Fu svegliato dall'apparizione, la Madonna gli disse: va' e dì ai rapallesi che voglio essere onorata qui. Come prova gli lasciò un quadretto di arte bizantina che raffigura il transito di Maria. Dalla roccia dove si trovava il contadino in seguito cominciò a sgorgare acqua fresca e potabile. 

© Riproduzione Riservata.