BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Ultime notizie / Ultim’ora, oggi: Turchia e Nizza. Baton Rouge, spari contro polizia in Usa: 3 agenti uccisi (17 luglio 2016)

Pubblicazione:domenica 17 luglio 2016 - Ultimo aggiornamento:domenica 17 luglio 2016, 18.20

Attentato a Nizza (LaPresse) Attentato a Nizza (LaPresse)

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM'ORA). SPARI CONTRO L POLIZIA IN USA, 3 AGENTI UCCISI - È notizia dell'ultim'ora che tre poliziotti sarebbero rimasti vittima di una sparatoria avvenuta a Baton Rouge, in Louisiana. Da quanto si apprende dalle prime indiscrezioni l'uomo, vestito di nero e a volto coperto, avrebbe sparato fra i 10 e i 12 colpi di fucile attorno alle 8.30 del mattino (ora locale), imbracciando un fucile d'assalto. Otto gli agenti raggiunti dai colpi, fra i quali, al momento, vi sono tre vittime confermate. Come riportato da La stampa, il sindaco della città ha definito l'azione come una vera e propria imboscata, che sarebbe avvenuta in un luogo molto vicino alla locale stazione di polizia. La città della Louisiana, negli scorsi giorni, era stata coinvolta nelle proteste  contro le forze dell'ordine a causa dell'uccisione di un uomo afroamericano. La polizia, nelle ultime ore, è sulle tracce di un complice ancora in libertà.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM’ORA). OSTAGGI IN ARMENIA DURANTE PRESUNTO GOLPE - La situazione in Armenia rimane sotto allerta per un possibile capo di stato in corso da questa mattina nella capitale Erevan: come vi abbiamo raccontato da questa mattina è in corso un attacco con uomini armati presso la sede della polizia e alcuni palazzi governativi armeni, con la plausibile azione del gruppo Nuova Armenia che starebbe tentando una sommossa popolare contro il governo considerato ostile e anti-democratico. Le ultime notizie danno un gruppetto di uomini armati a bordo di un camion che ha preso d’assalto il quartier generale della polizia e dei reparti del ministero dell’interno. Ora il gruppo si trova asserragliato dentro l’edificio prendendo diverse persone sotto ostaggio: non si comprende ancora se ci sono altre zone dell’Armenia sotto possibile golpe o se invece rimane un tentativo del gruppo d’opposizione di chiedere la liberazione di Jirair Sefilyan, loro leader. Al momento ci sono in corso alcune trattative tra le autorità e gli aggressori, annuncia Rai News24.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM’ORA). GRUPPO “NUOVA ARMENIA” TENTA IL GOLPE - Mistero e caos anche dalle ultime notizie che arrivano dall’Armenia: un gruppo armato sta tentando di prendere alcuni palazzi del potere oltre che la sede della polizia già conquistata ma qui le news si dividono in due frammenti, uno opposto all’altro. Da un lato ha parlato il responsabile dei servizi dell’Armenian National Security che ha rassicurato la scena internazionale - specie dopo il caos per il tentato golpe in Turchia - che questa volta ”non è in corso un colpo di stato, stiamo invece trattando un negoziato per una pacifica resa dei membri del commando“. Dall’altro, come riporta il Corriere della Sera, si parla del gruppo d’opposizione “Nuova Armenia” come possibile organo che sta tentando il rovesciamento del governo per liberare i prigionieri politici e per sobillare il potere attuale. Chiamata alle armi tramite social network, come ormai è abitudine, invitando la gente a scendere per strada con alcuni scontri già in atto. Dove sta il vero dunque? Nelle prossime ore se ne saprà di più, ma intanto il gruppo armato chiede il rilascio del leader d’opposizione Zhirayr Sefilian, arrestato il mese scorso proprio per presunto golpe in preparazione. Capitale Erevan sotto forte allerta con scontri e anche un morto: se sarà golpe si capirà forse al più presto.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM’ORA). GRUPPO ARMATO IN CAPITALE ARMENIA - Sono ancora confuse le ultime notizie che arrivano dall’Armenia, ma questa mattina si è temuto dopo la Turchia un altro colpo di stato in medio oriente: a Erevan, la capitale armena, ci sono ancora in corso diversi scontri tra la polizia e un gruppo armato che ha fatto irruzione nella sede delle forze dell’ordine della capitale e in altri palazzi governativi. Si teme ancora si in atto un golpe governativo anche se i prodromi ora sconsigliano questa tesi eccessiva, con la notizia che è stata anche smentita da fonti ufficiali. Resta comunque il fatto: un gruppo armato che ancora non si riesce a comprendere di che estrazione, sta provando a prendere il controllo di alcuni edifici governativi a Erevan, con un morto e diversi feriti durante la presa del quartier generale della polizia assaltato. Si ipotizza il rilascio plausibile di un leader dei ribelli, ma la Sicurezza Nazionale smentisce che si tratti di questioni legate a golpe o possibili colpi di stato.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM'ORA): COLPO DI STATO FALLITO IN TURCHIA - Non erano neppure le 23.00 di venerdì quando per le strade di Istanbul e Ankara sono apparsi i carri armati dei militari, intenzionati a rovesciare il potere del presidente turco Tayyip Erdogan. Il leader del Paese non era però presente al palazzo del governo, immediatamente avvertito dalle "forze lealiste", ha preferito imbarcarsi su un aereo privato ed iniziare a sorvolare i cieli turchi. Gli insorti per tutta la notte hanno cercato di recedere i gangli di comunicazione, non riuscendoci. Prima dell’alba, anche grazie alla forte resistenza della gente comune e delle forze del presidente, si sono arresi. L’azione ha provocato più di 260 morti, l’arresto di quasi 3000 insorti e un aumento di repressione da parte del governo turco. Sollievo è stato espresso nella mattinata da tutti i leader internazionali, consapevoli che l’instabilità politica in un Paese cuscinetto come la Turchia, potrebbe agevolare quel terrorismo che più volte ha manifestato il suo crudele volto in questi ultimi mesi.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM'ORA): MOLTI I DISPERSI ITALIANI DOPO LA STRAGE DI NIZZA - Non sono stati ancora rintracciati molti nostri connazionali, che risultano dispersi dopo l’attentato che ha colpito la città di Nizza. L’unità di crisi, subito costituita alla Farnesina, ha evidenziato come le ricerche tra i feriti continuino incessantemente, ad opera delle attività consolari presenti in Francia. L’obiettivo è quello di dare giusta allocazione a tutti gli italiani che per qualche motivo si trovavano nella cittadina francese durante i minuti della strage. Sotto il punto di vista delle indagini prende piede la matrice di un gesto isolato da parte di un soggetto, la cui "radicalizzazione islamica" è stata più frutto della sua mente che di un'appartenenza reale allo Stato Islamico. Intanto le autorità francesi hanno fermato 4 persone la cui posizione è ancora da valutare. Si è accertato inoltre che il camion noleggiato l’11 luglio doveva essere restituito due giorni dopo. Si cerca di capire adesso perché non ne era stato segnalato il mancato rientro presso l’attività di noleggio.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM'ORA): FUNERALI SOLENNI AD ANDRIA PER LE VITTIME DELLA STRAGE FERROVIARIA - 13 bare allineate all’interno del palasport, 5.000 persone a pregare per i defunti. Fra questi i massimi vertici della regione Puglia e dello Stato italiano, tra cui anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Si sono svolti ieri ad Andria i primi funerali delle vittime della strage ferroviaria avvenuta tra Corato e Andria, una tragedia che come ha detto l’arcivescovo Mansi "poteva e doveva essere evitata". Sul fronte delle indagini si fa largo l’ipotesi che i registri di viaggio siano stati manomessi negli attimi successivi all’incidente. In questo caso ci potrebbe il reato di inquinamento delle prove e falsificazione di atto pubblico.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, DOMENICA 17 LUGLIO 2016 (ULTIM'ORA): SALTO IN ALTO, NUOVO RECORD NAZIONALE E INFORTUNIO - Tutte le emozioni del meeting nazionale di Montecarlo si sono condensate negli ultimi due salti del forte atleta marchigiano Gianmarco Tamberi. Su di lui le speranze della nazionale alle olimpiadi di Rio, confermate dal penultimo salto della giornata: un balzo che ha portato Tamberi a centrare i 2.39 metri, il nuovo primato italiano assoluto. L’atleta sa di essere in forma e prova a migliorarsi, saltando i 2.41m, ma durante lo stacco la scarpetta si apre e Tamberi si infortuna alla caviglia. Sarà costretto quindi a non partecipare alla rassegna olimpica. 



© Riproduzione Riservata.