BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ATTENTATO A NIZZA/ "Dov'è l'uomo che ha salvato la vita a mia figlia?"

Nizza, messaggi sul luogo della strage (LaPresse)Nizza, messaggi sul luogo della strage (LaPresse)

Penso ad altre parole ancora, quelle del Papa all'Angelus di ieri. "L'ospite di pietra! Per accoglierlo non sono necessarie molte cose; anzi, necessaria è una cosa sola: ascoltarlo — la parola: ascoltarlo — dimostrargli un atteggiamento fraterno, in modo che si accorga di essere in famiglia, e non in un ricovero provvisorio". Un ospite accolto e servito ma come fosse di pietra. Tanti servizi ma poco ascolto. Quell'uomo e il suo scooter, il signore della spiaggia, tanti altri eroi sconosciuti, hanno servito l'altro ascoltando le loro urla, hanno ascoltato il loro terrore. E si sono fermati, sono accorsi, sono morti. Hanno trasformato la pietra in carne.
Lo fa Dio con i cuori e lo facciamo noi quando diamo la vita. Di morte ne abbiamo avuta tanta. Guardiamo a queste storie, a queste persone piccole, rialziamoci e risorgiamo.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
18/07/2016 - Grazie Leonardi (claudia mazzola)

Mia cognata è morta, parrebbe che ci sia solo la morte in questo periodo... non è così. Anche Maddalena è stata un'eroe nella malattia. Gridiamolo a tutti, la vita è bella grazie ai nostri santi eroi.