BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Maria Ungureanu / Morta a dieci anni: parlano i vicini di casa di Daniel Ciocan, "Lui è innocente!" (Oggi, 2 luglio 2016)

Maria Ungureanu, ultime news: in contemporanea ai funerali della bambina di dieci anni, le indagini serratissime dei Ris. Entro la prossima settimana potrebbe esserci l'attesa svolta.

Maria UngureanuMaria Ungureanu

Nella giornata di ieri sono stati celebrati i funerali della piccola Maria Ungureanu, la bambina di San Salvatore Telesino trovata morta senza vestiti nella piscina di un ristorante del posto. I sospetti degli inquirenti, fin da subito, si sono concentrati soprattutto su Daniel Ciocan, amico di famiglia, che si è però professato innocente. La trasmissione di Rete 4, "Quarto Grado", ha dato voce ai vicini di casa del rumeno, che lo hanno difeso a spada tratta e che la sera del delitto gli hanno offerto una fetta di torta. La signora Nicolina Angelino, ad esempio dichiara:"Daniel è bravissimo, a me piange il cuore perché è un ragazzo troppo buono. Poi lui non c'era quando è successo questa cosa...". Dello stesso parere della signora anche il marito Giovanni:"Per come lo conosco non è possibile che abbia fatto quelle cose, questa è la realtà". Le impressioni dei vicini di casa si riveleranno corrette? Daniel Ciocan sarà scagionato dall'accusa di omicidio e violenza sessuale.

La piccola comunità di San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, ieri ha riservato l'ultimo doloroso saluto a Maria Ungureanu, la piccola di quasi dieci anni morta annegata nella piscina di un resort lo scorso 19 giugno. Mentre l'intero paese salutava "l'angelo salito al cielo", come lo ha definito il vescovo di Cerreto Sannita, monsignor Michele De Rosa, gli inquirenti proseguivano spediti nelle indagini, alla ricerca della verità su quanto accaduto alla piccola Maria. La bambina, infatti, prima di morire sarebbe stata vittima anche di inaudite violenze sessuali. Il padre di Maria, dopo i funerali ha rilasciato alcune dichiarazioni alla trasmissione di Rai 1, Estate in Diretta, rivelando l'attuale situazione di Andrea, mamma della piccola: "Sta malissimo, ancora non riesce a credere che Maria non esista. Volevamo chiedere tutti e due giustizia e che si possa fare il prima possibile". Maria Ungureanu sognava di continuare a vivere in Italia. Lo stesso padre l'ha definita "contentissima" quando la portò nel nostro Paese insieme alla madre. Ma quale è l'idea dell'uomo in merito alla morte dell'unica figlia? Il padre di Maria Ungureanu ha asserito di non sapere chi possa essere il responsabile, sebbene confidi nel lavoro della giustizia. Ad intervenire nel corso della trasmissione è stato anche l'avvocato della famiglia della vittima che ha specificato come oltre alla pista "classica" e che attualmente vede indagato il connazionale ed amico di famiglia 21enne, Daniel Ciocan, ci sarebbe un altro interessante spunto investigativo. "E' relativo ad alcune persone che erano vicino quella sera al luogo in cui è stata ritrovata Maria", ha rivelato il legale. A sua detta potrebbe trattarsi di alcune persone non di San Salvatore Telesino ma giunte in paese per lavoro e che "possono essere indiziate di qualcosa perché comunque hanno visto qualcosa". Ricordiamo che nei giorni in cui è accaduta la tragica vicenda, il paese viveva un momento di festa in occasione delle celebrazioni del Santo Patrono per il quale arrivarono molte persone anche da fuori. Il legale non ha potuto sbilanciarsi oltre sottolineando come proprio negli medesimi istanti si stessero svolgendo delle indagini serratissime dei Ris. “Credo che già dall’inizio della prossima settimana si possa stringere il cerchio attorno ai responsabili che hanno commesso questo atroce delitto”, ha chiosato l’avvocato. Pare infatti che sulle dita della bambina morta siano state trovate delle tracce biologiche ora sotto la lente di ingrandimento dei Ris. Maria Ungureanu ha lottato contro i suoi assassini? Lo sapremo solo nei prossimi giorni, quando emergeranno gli esiti dei Ris sulle possibili tracce di Dna riconducibili ad eventuali persone coinvolte nella terribile vicenda.

© Riproduzione Riservata.