BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GEMELLE SIAMESI/ Rifiutano di abortirle, separate con successo dopo otto mesi dalla nascita

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Le due gemelline siamesi prima della separazione, foto dal web  Le due gemelline siamesi prima della separazione, foto dal web

Una volta scoperto che quelle che la coppia, Shellie Tucker e il marito Greg, erano due gemelle, ma unite tra di loro all'altezza dell'addome, la prima cosa che dissero loro i medici fu: abortitele, non ce la faranno comunque a sopravvivere. In America, dove è accaduto l'episodio, ma ormai in qualunque parte del mondo, scoprire che i figli che si aspettano hanno un handicap si risolve con l'aborto, secondo la maggioranza dei medici. Racconta Shellie, come riportato dal sito americano LifesiteNews, che mentre il medico diceva loro di abortire perché non sarebbero sopravvissute, sentiva le gemellinoemuoversi dentro di lei: "Siamo persone con fede, ma davanti a un caso del genere ne occorre davvero tanta" ha raccontato. Le due bambine vengono così fatte nascere, non dopo aver consultato i responsabili dell'Ospedale dei Bambini di Philadelphia, specializzati in casi come questi, con un record di 21 gemelli siamesi sperati con successo. Devono aspettare otto mesi, durante i quali i genitori testimoniano che le due bambine, nonostante l'enorme handicap, crescono gioiose, sane e felici. Poi l'operazione portata a termine con successo: adesso le bimbe hanno quattro anni. Davvero l'unico rimedio a una ecografia è l'aborto? Viene da pensare che i medici ormai non credono più alle possibilità scientifiche della loro stessa professione visto che ci sono colleghi in grado di risolvere casi come questo. Sfiducia verso se stessi e verso le possibilità della vita.



© Riproduzione Riservata.