BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIARIO GERMANIA/ "Attentato a Monaco di Baviera: destra o Isis, ci sentiamo tutti sotto scacco"

Pubblicazione:sabato 23 luglio 2016

Sul luogo dell'attentato, a Monaco di Baviera (LaPresse) Sul luogo dell'attentato, a Monaco di Baviera (LaPresse)

Siamo davanti allo sconcerto generale. Un amico mi ha scritto dagli Stati Uniti in Facebook alcune righe che riassumono lo stato d'animo di milioni di persone: "we are watching here at home in disbelief and great sadness".
Questa mattina (ieri, ndr) leggendo un articolo sull'impossibilità di dialogare con l'islam (ma, è bene sottolinearlo, mentre scrivo la polizia dice che non c'è ancora nessun elemento per dire che l'azione abbia una matrice jihadista), sono andato a riprendere il testamento scritto da padre Christian de Chergé, monaco del monastero di Tibhirine (Algeria), ucciso nel 1996. Una sua frase mi ha colpito profondamente. Parlando alla sua famiglia, alla sua comunità e alla sua chiesa dice che nel caso egli venisse ucciso sarebbe contento se "essi accettassero che l'unico Signore di ogni vita non potrebbe essere estraneo a questa brutale dipartita". L'accadere così intenso di fatti tragici come quelli ai quali abbiamo assistito negli ultimi tempi (Parigi, Bruxelles, Nizza, Würzburg), quale che sia la giusta interpretazione o categoria che vogliamo dare ad essi, mostra che "la nostra povera e vecchia Europa è messa sotto scacco", come mi ha scritto ieri sera un'amica.
Di fronte a questo essere "sotto scacco" dobbiamo ricordarci tutti di Colui che ha vinto la morte, e che, come dice padre Christian, alla Sua vittoria non è neppure estranea ogni possibile "brutale dipartita" che può accadere anche un venerdì pomeriggio, un un centro commerciale a Monaco di Baviera.

PS. Nell'edizione dei "Tagesthemen" (Ard, primo canale tedesco) si parla anche di un possibile atto terroristico della destra estrema tedesca (l'affermazione si basa su un video in cui si sente uno dei criminali dire di se stesso, al momento degli spari, di essere tedesco). Le notizie sono comunque ancora troppo incerte per suffragare un'ipotesi piuttosto che l'altra. Negli avvenimenti di Nizza per esempio si è parlato dapprima di una atto spontaneo, mentre ora sembra che esso sia stato preparato a lungo da una piccola cellula di criminali.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
23/07/2016 - Monaco (delfini paolo)

Non c'entra la Destra, anche in questo caso si tratta di fondamentalisti islamici.