BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ATTENTATO A MONACO/ Così un 18enne omicida innesca la terza guerra mondiale

Pubblicazione:

Il luogo della strage di Monaco (LaPresse)  Il luogo della strage di Monaco (LaPresse)

Chi riesce a orientarsi in tutto questo? Facciamo solo un elenco dei problemi che oggi l'umanità deve affrontare: c'è una parte irriducibile dell'islam, quella wahabita, che ha dichiarato guerra all'Occidente e allo stesso mondo musulmano; siamo di fronte, da nove anni, a una delle crisi economiche più gravi della storia, con una concentrazione di ricchezza e con squilibri e differenze sociali che erano impensabili da molto tempo; esiste ormai un'autentica marginalità della politica e della classe dirigente degli stati nazionali. Difficile non immaginare che tutto questo non comporti una crisi antropologica profonda e impossibile, non pensare (anche se può essere opinabile) a quello che scrisse Samuel P. Huntington sullo scontro di civiltà.
In questo contesto così aggrovigliato e complicato, l'ultima cosa che si può fare è mostrare la sicurezza di avere in mano la carta vincente. Soprattutto l'Occidente dovrebbe ritrovare la sua grande capacità critica, la sua grande umiltà e tenacia di ricerca e di analisi dei problemi per cercare prima delle contromisure e poi delle possibili soluzioni.
Forse è venuto il momento di ripensare il meccanismo della ricchezza, che in questo periodo sembra fonte di divisione. Forse è arrivato il momento di affrontare con grande realismo un mondo destabilizzato, in pieno disordine, che rischia di finire in un caos incontrollabile.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/07/2016 - Integrazione impossibile cvd (Carlo Cerofolini)

L’omicida di Monaco - pur non essendo un adepto dell’Isis - era pur sempre un musulmano con passaporto iraniano, anche se nato in Germania. Questo a ulteriore dimostrazione che la vera integrazione in un paese occidentale per gli islamici è impossibile. Del resto tutto questo si trova scritto in una lettera profetica del 1916 del beato Charles de Foucauld* - missionario e martire nelle colonie francesi del Nord Africa - dove si legge che fino a che gli islamici africani, pur non credenti, non diventeranno cristiani, anche se acquisiranno la nazionalità francese mai si sentiranno cittadini francesi ma saranno sempre musulmani che opereranno affinché l’Islam trionfi, sottomettendo il mondo con ogni mezzo. *http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-profezia-di-de-foucauldcosi-lislam-ci-dominera-16853.htm