BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTA CRISTINA DI BOLSENA/ Santo del giorno, il 24 luglio si celebra santa Cristina di Bolsena

Pubblicazione:

Immagine presa dal web  Immagine presa dal web

SANTA CRISTINA, SANTO DEL GIORNO: IL 24 LUGLIO SI CELEBRA SANTA CRISTINA - Domenica 24 luglio 2016 è il giorno dedicato alla commemorazione di santa Cristina di Bolsena, fatta martire sotto l'impero di Diocleziano. Santa Cristina nacque intorno al III secolo e morì nel IV, anche se non si conoscono pienamente i luoghi in cui visse. Della sua esistenza si conosce davvero pochissimo, dato che la Passione incentrata sulla sua figura fu redatta svariati secoli dopo. La maggior parte delle sue informazioni biografiche coincidono con la sua cruenta e laboriosa morte. All'età di undici anni, santa Cristina fu rinchiusa dal padre magistrato Urbano in una torre per venerare gli dei. La ragazza si rifiutò categoricamente perché si sentiva già appartenente a Dio e alla religione cristiana. Spezzò le statue dopo una visione e non tornò mai alla sua fede tradizionale. Le sue scelte fecero in modo che la sua vita terrena divenne un vero e proprio calvario, senza alcuna via d'uscita. Il padre la fece infatti arrestare e flagellare. Santa Cristina fu sottoposta ad una sequenza spaventosa di supplizi ed angherie di ogni genere, ma riusciva miracolosamente a salvarsi con l'aiuto della sua fede incrollabile e di tre angeli caduti dal cielo. Dopo aver cercato di bruciarla viva sotto ad una ruota, Urbano la gettò nel lago di Bolsena con una pietra legata al collo per farla annegare. La fanciulla si salvò prodigiosamente perché il sasso iniziò a galleggiare. Il padre morì alla vista di una sofferenza così inaudita (da lui causata), ma il suo successore Dione proseguì la sua opera senza alcuna pietà. Gettò santa Cristina in una caldaia bollente, ma la ragazza ne uscì illesa. La condusse nuda nel tempo di Apollo per costringerla a venerarlo, ma senza alcun successo. 

Alla morte di Dione, arrivò Giuliano che continuò a flagellare la povera fanciulla. La buttò in una fornace, ma lei non si fece nulla. Santa Cristina non mollò mai e fu persino gettata in pasto ai serpenti, che però le leccarono il sudore. Giuliano fu il più cruento di tutti, dato che mozzò la lingua della ragazza e le sconquassò le mammelle. Alla fine santa Cristina morì trafitta da due frecce. Tuttavia, i dubbi sulla veridicità di questa biografia persistono ancora oggi. Il suo corpo giace nella cattedrale di Palermo, anche se un'altra tradizione parla delle sue reliquie conservate a Toffia, nella Sabina. 

SANTA CRISTINA SANTO DEL GIORNO: PATRONA DI DIVERSE CITTA' ITALIANE - È la santa patrona di diverse città italiane, tra le quali Bolsena, Campomarino, Santa Cristina e Bissone, Santa Cristina Valgardena e Sepino.

I SANTI E I BEATI DEL 24 LUGLIO - Il 24 luglio vengono ricordati anche l'abate San Baldovino da Rieti, il sacerdote San Giuseppe Makhluf, il vescovo San Declano, l'eremita Sant'Eufrasia, San Fantino il Vecchio, il sacerdote San Giovanni Boste, il sacerdote San Giuseppe Fernandez, la regina di Polonia Santa Cunegonda, i Santi Magi d'Oriente, le martiri in Licia Santa Niceta ed Aquilina, la carmelitana Beata Teresa del Bambin Gesù e di San Giovanni della Croce e il martire San Vittorino di Amiterno.



© Riproduzione Riservata.