BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Allarme bomba Ventimiglia / News: rientrata l’allerta, ora gli inquirenti seguono due piste (oggi, 25 luglio 2016)

Allarme bomba Ventimiglia, ultime news: l'emergenza scattata dopo due telefonate anonime e rientrata dopo due ore di intervento. Indagini in corso sulle intercettazioni telefoniche.

Immagini di repertorio Immagini di repertorio

Panico stamattina a Ventimiglia a causa di un allarme bomba nella zona del mercato: due telefonate anonime avevano segnalato la presenza di un ordigno, ma l'allarme si è rivelato falso dopo i controlli approfonditi della polizia, dei carabinieri e degli artificieri, che si sono recati subito sul posto e hanno fatto evacuare la zona. Non è stata rilevata alcuna traccia di esplosivo, quindi sono partite le indagini mentre le attività sono state riaperte. Gli inquirenti, come riporta quotidiano.net, stanno seguendo due piste in particolare, non più una: la prima porta ad un mitomane, la seconda ad una persona che ha avuto problemi finanziari con le banche che stamattina hanno ricevuto le telefonate per la segnalazione dell'allarme. Le due chiamate anonime, con voce maschile camuffata, sono state fatte poco dopo le 9:30. Alle 11:50 la situazione tornava, invece, alla normalità.

L'allarme che ha tenuto sotto scacco Ventimiglia per più di un'ora è rientrato alle 11:50. Si è trattato di un falso allarme e, infatti, le forze dell'ordine dopo tutti i controlli del caso hanno rimosso le transenne che impedivano l'accesso al centro cittadino e riaperto il mercato coperto oltre che le aree limitrofe. Dopo un controllo accurato i gestori dei banchi del mercato e il pubblico è rientrato. Il controllo da parte degli agenti di Polizia e Carabinieri è stato complicato per l'articolazione del mercato, ma ora che l'allarme è rientrato resta la paura. E' previsto comunque un incontro tra la Polizia e i media per spiegare quanto accaduto e il lavoro svolto nel corso dei controlli. Resta la preoccupazione tra i commercianti: «Per la situazione di tensione soprattutto ma anche per la svolta economica che prenderà. Come se non fosse già abbastanza critica per i migranti», hanno dichiarato ai microfoni di sanremonews.it.

Panico e allarme bomba oggi a Ventimiglia quando due chiamate anonime che avvisavano di un ordigno nel mercato ortofrutticolo hanno gettato la cittadina al confine con la Francia nel terrore. Per fortuna si tratta dell’ennesimo falso allarme con però ore di ricerche e gli artificieri che ancora in questi minuti dopo le 14 stanno compiendo un ultimo sopralluogo. Un mitomane sarebbe alla base delle chiamate false in cui minacciava gli occidentali “la pagherete tutti”: questo però è bastato per gettare Ventimiglia nell’allerta attentato per ore. Caos totale in centro, con i negozi evacuati e il mercato paralizzato dai clienti terrorizzati: un testimone ai colleghi del Secolo XIX ha raccontato le ore convulse. «Sono passati agenti in borghese a dirci di lasciare le attività per un allarme bomba - ha raccontato Bruno Ramon, titolare di un negozio al mercato - In pochi minuti siamo usciti tutti». 70 uomini delle forze dell’ordine e indagini scattate subito hanno evitato l’eccesso di panico, specie quando poi l’allarme è rientrato: in queste ultime ore avanza l’ipotesi, oltre al mitomane, anche di un uomo con problemi finanziari con le banche che avrebbe effettuato una “vendetta” visto che erano almeno tre le banche nella zona del mercato (fonte Il Secolo XIX).

Paura, questa mattina, a Ventimiglia in seguito ad un allarme bomba lanciato dopo due telefonate anonime arrivate a due differenti istituti di credito. L'emergenza, come rivela La Stampa online, è durata un paio d'ore ed è cessata dopo gli opportuni controlli rivelandosi fortunatamente un falso allarme. Per motivi di sicurezza, il mercato ortofrutticolo di Ventimiglia, due banche e diversi negozi sono stati evacuati. L'isolamento effettuato dalle Forze dell'ordine ha compreso un'area molto ampia, nel raggio di circa 300 metri ed ha visto l'intervento degli artificieri. A realizzare le due telefonate che annunciavano l'allarme bomba sarebbe stata la stessa persona. "Prima o poi pagherete tutti", avrebbe detto la voce maschile al telefono prima di riagganciare. Secondo gli inquirenti si sarebbe trattato di un uomo intenzionato a vendicarsi in seguito ad alcuni problemi avuti in ambito finanziario. Ci sono volute due ore, nel corso delle quali sono entrati in azione militari ed artificieri, compresi i carabinieri del nucleo investigativo e la Digos prima di annunciare il falso allarme bomba che ha tenuto Ventimiglia con il fiato sospeso per quasi tutta la mattina. Successivamente, la situazione è tornata lentamente alla normalità. Le indagini tuttavia proseguono, sul fronte delle intercettazioni telefoniche, al fine di risalire al numero dal quale sarebbero partite le due telefonate e bloccare così il responsabile delle minacce. Quello accaduto in mattinata è stato il primo allarme bomba a Ventimiglia.

© Riproduzione Riservata.