BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALLARME ATTENTATI/ Meluzzi: è l’inizio della “israelizzazione” dell'Italia

Lapresse Lapresse

Si tratta di mitomani narcisisti borderline, persone disturbate che hanno bisogno di vedere che effetto fa il loro procurato allarme. La stessa forma mentale dei piromani, degli incendiari, che scatenano le fiamme e poi guardano cosa sono riusciti a creare. 

 

Il caso dello stragista di Monaco di Baviera è poco chiaro, che idea si è fatto?

Non si sa assolutamente cosa ci sia dietro veramente, sono stati attuati talmente tanti depistaggi mediatico giudiziari che definire esattamente il caso è impossibile. La polizia e i media cercano di non alimentare allarmi creando processi di copertura assurdi.

 

È vero che persone con disturbi mentali possono assorbire il clima che si respira dando vita a fenomeni indipendenti?

Tutti quelli che vengono reclutati per processi terroristici o rivoluzionari, persino quelli che sono andati a combattere sul posto i cosiddetti foreign fighter, sono persone che avevano quantomeno tratti psicotici di personalità borderline. Questi personaggi si possono pescare ovunque, anche nelle carceri, anche nelle carceri o negli ambienti, è un fenomeno destinato a crescere in modo esponenziale.

 

Di fatto l'Isis non ha neanche bisogno di contattarli direttamente.

L'Isis è un contagio che passa attraverso il web, l'islam radicale è come un virus che attacca il computer, non ha bisogno di un contatto diretto. Entra nel software senza bisogno di consapevolezza di chi è davanti al computer. Diventa un fenomeno virale proprio come un virus e si espande ovunque.

 

Stimola comportamenti patologici già esistenti?

Comportamenti patologici per noi, rivoluzionari per loro, si tratta solo di stabilire chi ha ragione. Il fatto è che loro vogliono distruggere il nostro modello di società e noi vorremmo preservarla, ma non sarà facile.

 

La gente, noi europei, in che condizioni siamo attualmente? Come reagiremo?

La gran massa della gente vive nell'ipnosi del politicamente corretto che fanno passare i media, i telegiornali, senza avere percezione del pericolo reale. Ma i fatti, come diceva Lenin, hanno la testa dura. 

© Riproduzione Riservata.