BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANT'ANNA/ Santo del giorno, il 26 luglio si celebrano San Gioacchino e sant’Anna

San Gioacchino e sant'Anna sono i santi che vengono celebrati nella giornata di oggi, martedì 26 luglio, dalla chiesa cattolica. Marito e moglie, sono i genitori di Maria, la Beata Vergine 

Immagine presa dal web Immagine presa dal web

SANTI GIOACCHINO E ANNA, SANTO DEL GIORNO: IL 26 LUGLIO SI CELEBRANO I SANTI GIOACCHINO E ANNA - Il giorno del 26 luglio è dedicato alla celebrazione di sant'Anna, una santa molto importante per il calendario cristiano. Insieme a sant'Anna, lo stesso giorno si festeggia anche san Gioacchino che fu suo marito: entrambi furono i genitori di Maria, la Beata Vergine e vissero nel I secolo a.C. Si narra che la coppia fosse ormai anziana e priva di figli che soffriva molto per questa situazione di sterilità. San Gioacchino era un pastore e sacerdote ed era molto devoto a sua moglie. Un giorno, mentre era al pascolo con il suo gregge di pecore, ebbe un'apparizione: un angelo gli disse che avrebbe avuto una figlia. San Gioacchino non riusciva a crederci, vista la sua età, ma quando tornò a casa scoprì che anche sant’Anna aveva avuto la stessa visione dell'Angelo. Quando effettivamente nacque la bambina i due decisero di chiamarla Anna, che in ebraico vuol dire amata da Dio. La bambina, così a lungo desiderata e la cui venuta fu considerata un vero miracolo, anche per l'età dei genitori, fu cresciuta con tantissimo amore. A tre anni venne portata al tempio di Gerusalemme per essere educata nel suo culto, come i genitori avevano promesso quando chiesero la grazia di un figlio. Dopo questo episodio, san Gioacchino non viene più nominato nei testi sacri e di lui si perde ogni traccia. Sant’Anna, invece, secondo le scritture visse fino a circa 80 anni. In alcuni Vangeli apocrifi è scritto che ella, dopo la morte di Gioacchino, si sposò per altre due volte ed ebbe due figli che nei paesi di influenza tedesca vengono chiamati la Sacra Parentela. 

SANT’ANNA SANTO DEL GIORNO: LA PATRONA DELLA CITTA’ DI CASERTA - San'Anna è considerata la santa protettrice delle partorienti ma è anche la patrona di molti antichi mestieri. Viene invocata da quelle donne che desiderano una gravidanza, un parto felice ma anche sufficiente latte per poter crescere il neonato. Sant'Anna è fra i santi più venerati di tutto il calendario cristiano. Sono tantissime anche le chiese a lei consacrate e le città che hanno deciso di sceglierla come santa patrona e protettrice dei suoi abitanti, in particolare in Campania, in Puglia e in Calabria. Caserta, una delle province campane, è sicuramente una delle città più importanti che ha eletto Sant'Anna sua santa patrona. La città è un centro industriale abbastanza importante, conosciuto soprattutto per la sua produzione tessile (famose, ad esempio, le sete di San Leucio), con un centro storico - Caserta Vecchia - dichiarato patrimonio Unesco. Durante la giornata del 26 luglio a Caserta vengono dedicate tantissime celebrazioni particolari dedicate sia a Sant'Anna che a San Gioacchino. 

I SANTI  DEL 26 LUGLIO - Oltre a sant'Anna e a san Gioacchino, il 26 luglio vengono celebrati anche numerosi altri santi, Fra questi, sicuramente i più noti sono Sant'Austindo, Santa Bartolomea Capitanio, Sant'Erasto e San Benigno di Malcesine.

© Riproduzione Riservata.