BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANT'ANNA/ Santo del giorno, il 26 luglio si celebrano San Gioacchino e sant’Anna

San Gioacchino e sant'Anna sono i santi che vengono celebrati nella giornata di oggi, martedì 26 luglio, dalla chiesa cattolica. Marito e moglie, sono i genitori di Maria, la Beata Vergine 

Immagine presa dal web Immagine presa dal web

Il giorno del 26 luglio è dedicato alla celebrazione di sant'Anna, una santa molto importante per il calendario cristiano. Insieme a sant'Anna, lo stesso giorno si festeggia anche san Gioacchino che fu suo marito: entrambi furono i genitori di Maria, la Beata Vergine e vissero nel I secolo a.C. Si narra che la coppia fosse ormai anziana e priva di figli che soffriva molto per questa situazione di sterilità. San Gioacchino era un pastore e sacerdote ed era molto devoto a sua moglie. Un giorno, mentre era al pascolo con il suo gregge di pecore, ebbe un'apparizione: un angelo gli disse che avrebbe avuto una figlia. San Gioacchino non riusciva a crederci, vista la sua età, ma quando tornò a casa scoprì che anche sant’Anna aveva avuto la stessa visione dell'Angelo. Quando effettivamente nacque la bambina i due decisero di chiamarla Anna, che in ebraico vuol dire amata da Dio. La bambina, così a lungo desiderata e la cui venuta fu considerata un vero miracolo, anche per l'età dei genitori, fu cresciuta con tantissimo amore. A tre anni venne portata al tempio di Gerusalemme per essere educata nel suo culto, come i genitori avevano promesso quando chiesero la grazia di un figlio. Dopo questo episodio, san Gioacchino non viene più nominato nei testi sacri e di lui si perde ogni traccia. Sant’Anna, invece, secondo le scritture visse fino a circa 80 anni. In alcuni Vangeli apocrifi è scritto che ella, dopo la morte di Gioacchino, si sposò per altre due volte ed ebbe due figli che nei paesi di influenza tedesca vengono chiamati la Sacra Parentela. 

San'Anna è considerata la santa protettrice delle partorienti ma è anche la patrona di molti antichi mestieri. Viene invocata da quelle donne che desiderano una gravidanza, un parto felice ma anche sufficiente latte per poter crescere il neonato. Sant'Anna è fra i santi più venerati di tutto il calendario cristiano. Sono tantissime anche le chiese a lei consacrate e le città che hanno deciso di sceglierla come santa patrona e protettrice dei suoi abitanti, in particolare in Campania, in Puglia e in Calabria. Caserta, una delle province campane, è sicuramente una delle città più importanti che ha eletto Sant'Anna sua santa patrona. La città è un centro industriale abbastanza importante, conosciuto soprattutto per la sua produzione tessile (famose, ad esempio, le sete di San Leucio), con un centro storico - Caserta Vecchia - dichiarato patrimonio Unesco. Durante la giornata del 26 luglio a Caserta vengono dedicate tantissime celebrazioni particolari dedicate sia a Sant'Anna che a San Gioacchino. 

Oltre a sant'Anna e a san Gioacchino, il 26 luglio vengono celebrati anche numerosi altri santi, Fra questi, sicuramente i più noti sono Sant'Austindo, Santa Bartolomea Capitanio, Sant'Erasto e San Benigno di Malcesine.

© Riproduzione Riservata.