BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Gloria Rosboch / News, Caterina Abbattista vicina alla scarcerazione? Il figlio Gabriele Defilippi a rischio ergastolo (Oggi, 5 luglio 2016)

Gloria Rosboch, ultime news: dopo le confessioni di Gabriele Defilippi non cambiano le ipotesi di condanna finale per lui e per il suo complice Roberto Obert. Entrambi rischiano l'ergastolo.

Gabriele Defilippi, omicidio Gloria Rosboch Gabriele Defilippi, omicidio Gloria Rosboch

CLICCA QUI PER LEGGERE GLI AGGIORNAMENTI SU GLORIA ROSBOCH DEL 6 LUGLIO 2016

 

GLORIA ROSBOCH NEWS, CATERINA ABBATTISTA VICINA ALLA SCARCERAZIONE? (ULTIME NOTIZIE, OGGI 5 LUGLIO 2016) -Ancora pochi giorni e Caterina Abbattista, madre di Gabriele Defilippi, principale indiziato al pari di Roberto Obert per la morte di Gloria Rosboch, dovrebbe essere definitivamente scagionata dall'accusa di aver preso parte all'omicidio della professoressa di Castellamonte. Come riporta La sentinella del Canavese, un ingegnere dell'università di Roma -La Sapienza avrebbe smontato il teorema secondo cui il cellulare della donna avrebbe agganciato una cella telefonica di Montalenghe. Secondo la ricostruzione della difesa della Abbattista, rappresentata dai legali Erica Gilardino e Matteo Grognardi, la rete "voce" sarebbe infatti rimasta agganciata all'area di Ivrea, dove la donna sostiene di essere rimasta per tutta la giornata. A stabilire la verità sarà il Tribunale del Riesame di Torino, il quale ieri ha ospitato la prima udienza per la scarcerazione della Abbattista. 

GLORIA ROSBOCH NEWS, IN CASO DI CONDANNA DEFILIPPI E OBERT RISCHIANO LA MEDESIMA PENA A PRESCINDERE DA CHI ABBIA MATERIALMENTE UCCISO LA PROFESSORESSA (ULTIME NOTIZIE, OGGI 5 LUGLIO 2016) - Il caso di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte uccisa lo scorso 13 gennaio, per molti giorni è rimasto fermo alle confessioni clamorose di Gabriele Defilippi, in carcere insieme all’ex amante e complice Roberto Obert ed alla madre Caterina Abbattista. Il giovane 22enne, al cospetto del pm Ferrando aveva ottenuto nelle passate settimane la possibilità di essere interrogato su sua esplicita richiesta. In quell’occasione aveva confessato la sua colpevolezza asserendo di meritare l’ergastolo, ma in realtà non aveva ammesso di essere stato lui ad uccidere la povera Gloria Rosboch. A sua detta, l’unico vero responsabile del delitto resterebbe il 54enne Roberto Obert, aspetto smentito non solo dall’ex amante ma anche dagli esiti delle perizie dei Ris che collocano Defilippi in auto nella perfetta posizione che avrebbe occupato l’assassino della professoressa Rosboch. Oltre a ciò, Gabriele aveva rivolto il suo pentimento e le sue scuse alla famiglia di Gloria, la quale ovviamente aveva respinto ogni possibilità di perdono augurando al presunto assassino della figlia la medesima fine. A commentare la confessione di Gabriele Defilippi, direttamente sulle pagine del settimanale Giallo, è stato di recente l’avvocato ed esperto di scienze forensi, Daniele Bocciolini, per il quale la confessione del giovane non andrà ad incidere sulla condanna finale. “A mio giudizio, questo tipo di confessione lascia il tempo che trova. Defilippi dice di essersi pentito, di essere una persona diversa, di meritare l’ergastolo”, ha esordito il legale, per il quale il carcere ed i colloqui non possono portare ad un percorso di pentimento nel giro di quattro mesi. “Se pensiamo che fino a qualche giorno fa Gabriele lanciava pesantissime accuse a carico del complice Obert addossando a lui l’esclusiva responsabilità dell’omicidio, queste dichiarazioni appaiono davvero poco credibili”, ha aggiunto Bocciolini. A sua detta, le dichiarazioni di Gabriele e le scuse tardive alla famiglia di Gloria Rosboch farebbero parte di una mera strategia ampiamente studiata. A prescindere dalle accuse reciproche tra Gabriele e Obert, tuttavia, a detta dell’avvocato e da un punto di vista prettamente giuridico, indipendentemente da chi dei due sia stato l’esecutore materiale la responsabilità sarebbe la medesima. “Anche se verrà confermato che a uccidere è stato Gabriele, Obert in caso di condanna potrà ricevere la stessa pena, ovvero l’ergastolo”, ha chiosato Bocciolini.

© Riproduzione Riservata.