BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SALDI ESTIVI 2016 / News, Genova: Federmoda Ascom, “ottimi affari per i consumatori, meno per i negozi” (oggi, 5 luglio)

Saldi estivi 2016, news di martedì 5 luglio. Continua l'attesa per gli sconti di quest'anno: i commercianti riusciranno a registrare un attivo significativo? 

Saldi estivi 2016 (lapresse) Saldi estivi 2016 (lapresse)

SALDI ESTIVI 2016, NEWS: GENOVA, FEDERMODA ASCOM: "OTTIMI AFFARI PER I CONSUMATORI, MENO PER I NEGOZI" (OGGI, 5 LUGLIO) - Non sembrano essere confortanti i primi dati dei saldi estivi 2016. Gli sconti sono iniziati in tutta Italia sabato scorso 2 luglio, ad eccezione della Sicilia dove sono partiti con un giorno di anticipo, venerdì 1. E dopo il weekend di saldi le varie associazioni di categoria stanno già facendo i primi bilanci. Per quanto riguarda la Liguria, il quotidiano online Città della Spezia riporta la valutazione sui saldi estivi 2016 di Federmoda Ascom Genova. Il presidente Gianni Prazzoli spiega che “secondo i primi sondaggi effettuati dal nostro ufficio Studi l’inizio dei saldi estivi a Genova e Provincia è stato 'tiepido', in linea con l’anno precedente. Questa lentezza nei consumi sta preoccupando gli operatori che sperano in un’impennata nei prossimi giorni. La stagione è stata pessima: in alcuni casi, anche a causa delle condizioni meteo sfavorevoli, si può dire che non sia proprio iniziata. La mole di invenduto è molto ampia, ciò significa ampia scelta per il consumatore e prezzi molto convenienti. Per gli operatori resta la speranza di far cassa per salvare, in pochi giorni, un’intera stagione di lavoro".

SALDI ESTIVI 2016, NEWS: CONFCOMMERCIO PALERMO, "TENUTA DELLE VENDITE" (OGGI, 5 LUGLIO) - I saldi estivi 2016 sono iniziati con un giorno di anticipo in Sicilia, venerdì 1 luglio invece che sabato 2 come in tutte le altre regioni e nel primo weekend si è registrata una sostanziale tenuta. E' quanto emerge dalle stime di Confcommercio Palermo, come riferisce l'agenzia di stampa Agi, secondo cui c'è stato un timido segno positivo. "La Sicilia - spiega la presidente di Confcommercio Patrizia Di Dio - è stata la prima regione ad iniziare per effetto del nuovo decreto dell'assessore regionale che ha inopinatamente stabilito la partenza ancora più anticipata del solito e di venerdì, quando i saldi hanno sempre preso il via di sabato. Anche questo un problema perché in pochi hanno saputo per tempo l'avvio degli sconti in un giorno assolutamente nuovo, il venerdì, e in discontinuità con il passato e con il resto del Paese. Oltre che per questa scelta l'inizio dei saldi è stato diciamo annacquato dalle promozioni che sempre l'assessore Lo Bello ha liberalizzato, di fatto, per tutto l'anno e che ha tolto il potere attrattivo ai saldi veri e propri". E aggiunge: "Speriamo che i segnali positivi siano il preludio, se non di una ripresa, dello stop al segno negativo che ci ha accompagnato negli ultimi anni e che questo trend positivo possa continuare fino alla fine dei saldi".

SALDI ESTIVI 2016, NEWS: FLOP AD AREZZO E L'AQUILA. SPESA DI 100 EURO A PERSONA (OGGI, 5 LUGLIO) - Ancora un nulla di fatto per molte regioni italiane che da alcuni giorni hanno vissuto la partenza dei Saldi estivi 2016. Secondo l'indagine di Confcommercio, come riporta Arezzo Notizie, l'andamento ricalca alla perfezione le scene già viste nel 2015. Sono pochi i commercianti che hanno registrato delle vendite maggiori durante i Saldi estivi rispetto a 12 mesi fa e che non superano comunque il 5% complessivo. Anche il settore moda è stato duramente colpito, nonostante il pareggio, dato che non sarà sufficiente a riportare in attivo le casse già compromesse. I 230 iniziali previsti da Confcommercio sono del tutto sfatati dai primi dati reali dei Saldi estivi  che riportano invece una spesa media a persona di 100 euro. A far le spese di questa crisi, come successo a L'Aquila, sono i piccoli commercianti. "Non c'è stato il boom dei Saldi estivi  che ci aspettavamo", riferisce Riccardo Savella, Presidente provinciale di Federmoda, a Il Messaggero, "e almeno nei primi due giorni di Saldi estivi  non c'è stata un'affluenza maggiore allo scorso anno, anche se è ancora presto per dirlo. Tuttavia la stagione dei Saldi estivi  è appena cominciata e siamo fiduciosi". Il tasso registrato dei Saldi estivi  in questo caso parla di un saldo in negativo che si aggira sul 20% delle vendite. La crisi quindi si starebbe facendo sentire ancora, nonostante una ripresa promettente del potere d'acquisto degli italiani avvenuta l'anno scorso. Oltre all'ombra gettata dalla grande distribuzione, a segnare i piccoli commercianti sarebbero anche gli affitti del centro storico, troppo alti ed a volte addirittura "proibitivi". 

© Riproduzione Riservata.