BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TANGENTI MINISTERO / News, servizi informatici giustizia penale: ecco le politiche di sicurezza (Oggi, 6 luglio 2016)

Pubblicazione:mercoledì 6 luglio 2016

Immagini di repertorio (LaPresse) Immagini di repertorio (LaPresse)

TANGENTI MINISTERO, NEWS: SERVIZI INFORMATICI GIUSTIZIA PENALE, ECCO LE POLITICHE DI SICUREZZA (OGGI, 6 LUGLIO 2016) - L'obiettivo era quello di diventare fornitori esclusivi per la pubblica amministrazione della gestione del sistema Tiap, il "Trattamento informatizzato Atti Processuali", in uso anche alla procura di Roma. E' questo, come si legge su Repubblica, il progetto che Raffaele Pizza stava combinando con due imprenditori e per il quale è stata aperta un'indagine. Il faccendiere Pizza sarebbe al centro di un'organizzazione che avrebbe chiesto tangenti per spartirsi gli appalti dei ministeri: indagati anche il fratello Giuseppe, ex sottosegretario del governo Berlusconi, e il parlamentare Antonio Marotta. Riguardo all'indagine della Procura della Repubblica di Roma sugli appalti relativi alla gestione dei servizi informatici della giustizia penale il Ministero della Giustizia precisa quali sono le politiche di sicurezza. "Tutti i sistemi dispiegati (SICP-CONSOLLE, per la gestione dei registri, SIES, per le attività del giudice dell’esecuzione e della magistratura di sorveglianza, SIGMA, per le attività degli uffici minorili, SIAMM, per la gestione delle spese di giustizia, SNT, per le notifiche telematiche, TIAP, per la gestione documentale, quest’ultimo in diffusione in tutti gli uffici entro il prossimo ottobre, ma da tempo in gestione in oltre 80 sedi, fra i quali la Procura di Roma) sono di esclusiva proprietà dell’Amministrazione della giustizia, che ne detiene i “sorgenti”, vale a dire le chiavi di accesso alla loro architettura ed ai dati che vi confluiscono. Tanto vale soprattutto con riferimento al TIAP, del quale DGSIA cura in esclusiva anche le attività di installazione ed aggiornamento". E inoltre "il Ministero ha avviato un intenso ed innovativo progetto di promozione della sicurezza, interna ed esterna, capace di assicurare il riposizionamento strategico dei sistemi, in relazione soprattutto alla esigenze poste dall’introduzione del processo telematico civile e dalla progettazione, a partire dai sistemi in uso (SICP-CONSOLLE e TIAP), del processo penale telematico, cui sono destinate consistenti risorse finanziarie nell’ambito dell’attuazione del PON Governance 2014-2020".



© Riproduzione Riservata.