BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Dolce & Gabbana / A Napoli per i trent'anni della maison: il bagno di folla alla scoperta dell'artigianalità (oggi, 8 luglio 2016)

Dolce&Gabbana, a Napoli per celebrare i trent'anni della maison conm un Gala in onore di Sophia Loren. La diva ha raggiunto la location dell'evento, Villa Pignatelli, accompagnata da... 

Dolce&Gabbana Dolce&Gabbana

DOLCE E GABBANA, A NAPOLI PER CELEBRARE I TRENT'ANNI DELLA MAISON: IL BALGNO DI FOLLA ALLA SCOPERTA DELL'ARTIGIANALITÀ - Napoli è stata scelta come location per il galà di Dolce&Gabbana dedicato a Sophia Loren, ma durante la permanenza nella città partenopea, gli stilisti ne hanno approfittato per celebrare l'evento Arte e Artigianalità, con un giro per la città alla ricerca delle botteghe più antiche. Attraverso le vie di Napoli, infatti, Domenico Dolce e Stefano Gabbana, hanno posato con gli artisti locali stringendo in mano due statuette artigianali create seguendo i loro lineamenti. Immancabili anche le statuette dedicate a Pulcinella e bagno di folla, sempre mettendo in bella mostra il calzone di tradizione napoletana. Un vero e proprio viaggio alla scoperta delle sfumature diuna città che gli stessi stilisti hanno definito "Una città di grande cultura". Dureranno quattro giorni in tutto le celebrazioni partenopee del celebre brand, che proprio in questi giorni compie ben trent'anni di attività. Clicca qui per la foto.

DOLCE & GABBANA, A NAPOLI PER CELEBRARE I TRENT'ANNI DELLA MAISON CON UN GALÀ IN ONORE DI SOPHIA LOREN - Napoli. Dolce&Gabbana ha scelto Villa Pignatelli per il galà inaugurale delle quattro giornate di celebrazione per il trentennale della maison, questo secondo quanto riportato da Anna Paola Merone per il corrieredelmezzogiorno.it. Il party, un sentito tributo al fascino senza tempo di Sophia Loren, ha accolto nella prestigiosa location oltre quattrocento ospiti per una cena placé. Tante le personalità presenti al ricevimento, fra i quali spiccavano il sindaco De Magistris con la sua consorte, ma anche il prefetto Gerarda Pantalone e il procuratore Giovanni Colangelo. E poi anche clienti internazionali della maison provenienti da tutto il mondo.  Sempre secondo quanto si apprende da "il corrieredelmezzogiorno.it", i camerieri, tutti di presenza "notevole", avrebbero servito Dom Perignon agli ospiti già catturati dalla magnificenza delle collezioni di alta gioielleria esposte per l'occasione. "Con Napoli c'è un amore reciproco", ha dichiarato Domenico Dolce ai giornalisti presenti all'evento, "È una grande città. In Italia è una delle poche a livello internazionale. È una città di grande cultura". E sulla possibile apertura di un negozio proprio nella città partenopea rispondono: "Ci stiamo pensando". Anche Sophia Loren è arrivata in città per prendere parte all'evento in qualità di madrina, accompagnata dalla sorella Maria Scicolone. In occasione della visita, la diva è riuscita anche a fare un salto nella sua amata Pozzuoli.

© Riproduzione Riservata.