BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANT’ALFONSO DE LIGUORI / Santo del giorno, l’1 agosto si celebra sant'Alfonso de Liguori

Pubblicazione:lunedì 1 agosto 2016 - Ultimo aggiornamento:lunedì 1 agosto 2016, 17.55

Immagine presa dal web Immagine presa dal web

SANT’ALFONSO DE LIGUORI, SANTO DEL GIORNO: L’1 AGOSTO SI CELEBRA SANT’ALFONSO DE LIGUORI - Il primo agosto di ogni anno, la Chiesa Cristina ricorda e commemora la figura di sant’ Alfonso Maria de Liguori, che nella propria vita terrena ha servito con fede incrollabile il Signore diventando vescovo e fondando la Congregazione del Santissimo Redentore. Inoltre, viene ricordato per essere stato l’autore di innumerevoli opere letterarie di rilievo tant’è che è stato anche dichiarato Dottore della Chiesa nell’anno 1871 da Papa Pio IX. Sant’Alfonso nacque a Marianella a Napoli, il 27 settembre 1696 in una famiglia molto numerosa di cui lui è stato il primo di ben otto figli. Una famiglia che tuttavia aveva un proprio rango sociale visto che il padre era ufficiale superiore della marina militare e questo gli permise di affidare l’educazione del piccolo Sant’Alfonso a precettori di un certo spessore tra cui il noto pittore Francesco Solimena. Infatti, negli anni sono state realizzate delle opere in cui appare evidente come Sant’Alfonso avesse delle ottime abilità anche nel campo della pittura. Un vero e proprio enfant prodige se si considera che venne iscritto all’Università di Napoli alla tenera età di dodici anni e che a sedici ne conseguì il dottorato presso la facoltà di Diritto Civile e Canonico. Grazie a questo titolo di studio Sant’Alfonso a questa età adolescenziale potè incominciare ad esercitare la professione di avvocato.

Sant’Alfonso riuscì immediatamente a fare carriera tant’è che cinque anni più tardi venne eletto giudice del Regio Portulano di Napoli. La sua carriera sembrava essere inarrestabile fino a che nell’anno 1723 una clamorosa sconfitta giuridica ebbe l’effetto di chiudere con un mondo che evidentemente non si addiceva a lui. Da qui venne fuori la sua vocazione cristiana con la conseguente decisione di consacrarsi a nostro Signore Dio venendo ordinato sacerdote tre anni più tardi. Una decisione che andava in netto contrasto con il volere del padre che per lui aveva in serbo ben altre mire. Lo scontro interno alla famiglia si concluse con una sorte di compromesso per cui Sant’Alfonso divenne sacerdote a patto che non potesse entrare nella congregazione dell’Oratorio di San Filippo. In questo periodo Sant’Alfonso soleva tenere degli incontri pubblici con i fedeli più poveri ed umili a cui spiega con estrema semplicità i passi del Vangelo. Un’opera che inizialmente venne contrastata dal Vescovo di Napoli che però poi acconsentì ufficialmente anche in ragione di un certo successo ed utilità.

Nel 1731 a Foggia avvenne un terribile terremoto che lo indusse a recarsi in queste zone e secondo una leggenda popolare, venne visto all’interna di una chiesa locale venire avvolto da un fascio di luce e lievitare in aria. L’anno seguente lasciò Napoli andando a vivere in provincia di Salerno e quindi in quella di Caserta dove ebbe modo di fondare la Congregazione del Santissimo Redentore, le cui regole vennero approvate da Papa Benedetto XIV. Nel 1762, nonostante fosse contrario, venne nominato Vescovo di Sant’Agata dei Goti. Molto importante fu il suo contributo durante la carestia che colpi il Regno di Napoli durante il 1764 riuscendo a dare sostegno ai più bisognosi e a rilanciare l’economia. Dopo aver lasciato la carica vescovile, morì il 1 agosto 1787 a Nocera de Pagani. In vita ha anche composto uno dei canti più conosciuti della Chiesa come Quanno nascette Ninno a cui poi è stato dato vita Tu scendi dalle stelle. 

SANT’ALFONSO DE LIGUORI SANTO DEL GIORNO: PATRONO DI SANT’AGATA DEI GOTI - Sant’Agata dei Goti è un comune di circa 11 mila abitanti ubicato nella provincia di Benevento, alle falde del Monte Taburno, ed è considerato uno dei Borghi più belli d’Italia. Diverse sono le bellezze presenti sul proprio territorio a partire dalla Cattedrale dell’Assunta (Il Duomo), la sua cripta, la Chiesa dell’Annunziata, il portale del Palazzo San Francesco senza dimenticare il Castello ducale.

I SANTI E I BEATI DELL’1 AGOSTO - Il 1 agosto oltre a sant’Alfonso vengono festeggiati altri santi e beati come san Secondino, san Felice, Sant’Eusebio, san Severo, sant’Essuperio, santi Friardo e Secondello, san Lonato, sant’Etevoldo, il beato Emerico di Quart, beato Giovanni, il beato Pietro Favre, il beato Tommaso Welbourne, san Domenico Nguyen, san Bernardo Vo Van Due e il beato Alessio Sobaszek.



© Riproduzione Riservata.