BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Ultime notizie / Oggi, ultim'ora. Napoli, sparatoria davanti bar: grave 19enne, donna ferita (10 agosto 2016)

Ultime Notizie di mercoledì 10 agosto 2016: polemiche alla festa dell'Unità contro la Boschi; alleanza fra Erdogan e Putin contro il terrorismo; licenziato il direttore del QS. 

Maria Elena Boschi (LaPresse) Maria Elena Boschi (LaPresse)

E' avvenuta nel primo pomeriggio a Napoli una sparatoria in cui un giovane di 19 anni è rimasto gravemente ferito. La sparatoria, come riferisce Rainews.it, è avvenuta nel Rione Traiano. Il 19enne, Valentino Esposito, incensurato, è stato gravemente ferito al petto da un colpo di pistola e una donna, di cui non si conoscono le generalità, è stata ferita di striscio. Secondo una prima ricostruzione effettuata dalla polizia i colpi di pistola sono stati esplosi davanti ad un bar, che in quel momento era chiuso. Un colpo di pistola avrebbe colpito al petto Esposito, che sta per essere operato. Un altro proiettile ha raggiunto di striscio una donna che era affacciata ad un balcone. Gli agenti di polizia hanno trovato sul posto tre bossoli.

Attacco oggi negli Stati Uniti contro la polizia. Secondo le prime notizie, come riferisce Rainews24, un uomo ha aperto il fuoco con un fucile semi-automatico e ha sparato contro due agenti nella contea di Sebastian in Arkansas. A riferirlo è lo sceriffo della polizia locale che non è ancora riuscita a catturare l'uomo. L'autore degli spari è quindi al momento ancora libero e si cerca di capire chi sia e che cosa lo abbia spinto ad aprire il fuoco contro i due agenti che sono stati colpiti. L'allerta terrorismo dopo gli attacchi di questa estate in Europa resta alto in tutti i paesi occidentali ma al momento non si sa se questo attacco a due agenti nelgi Usa sia da collegare o meno al terrorismo. 

E' stato ucciso stanotte in un agguato a Lamezia Terme un avvocato penalista: si tratta di Francesco Pagliuso, 43 anni, segretario della Camera penale. Come si legge sull'agenzia di stampa Ansa Pagliuso era alla guida della propria auto e stava rientrando a casa quando è stato ucciso con alcuni colpi di pistola. L'agguato è avvenuto nei pressi della casa del penalista e in quel momento Pagliuso era solo in macchina: è stato raggiunto da numerosi colpi sparati con un revolver in varie parti del corpo ed è morto all'istante. Al momento sono in corso le indagini dei Carabinieri per risalire al'autore dell'omicidio. Sono stati i Carabinieri a trovare il corpo di Francesco Pagliuso e hanno avvertito i familiari della vittima che erano preoccupati per la sua assenza e per il fatto che non rispondeva al telefono. 

Sicuramente è tutto meno che unito il PD e che continua ad essere lacerato dalle polemiche interne. Di ieri l’intervento del ministro per i rapporti con il Parlamento Boschi, che presentando la festa dell’Unità si è scagliata contro chi al referendum costituzionale sceglierà di votare "NO". In questo caso si dimostrerebbe di non rispettare l’aula parlamentare e soprattutto contribuirebbe a buttare due anni di lavoro: questo il succo dell’intervento di uno dei ministri "più vicini" al premier Renzi. L’intervento non è stato affatto gradito dalla minoranza DEM, che per bocca del suo portavoce stigmatizza la volontà del governo di "politicizzare una festa", che dovrebbe essere di tutte le componenti del partito democratico.

Mesi di tensione che alla fine si sono dissolti con una calorosa stretta di mano, quella tra i Presidenti incontrastati di Russia e Turchia. Questo è quanto è avvenuto ieri in un vertice tenutosi a San Pietroburgo e che di fatto a sancito la pace tra due potenze, tra le quali erano soffiati "venti di guerra". Il vertice della riconciliazione, cosi come è stato definito dai media, è servito ad appianare le divergenze nate dopo l’abbattimento del jet russo ad opera della contraerea turca, avvenuto nel novembre scorso. Durante il vertice è emersa la volontà comune di combattere contro il terrorismo internazionale, che minaccia i confini di entrambi gli Stati. La svolta attesa da molto tempo avviene anche per agevolare le transazioni commerciali tra i due Paesi, bloccate dall’incidente aereo, e che sono costate ad entrambe le economie miliardi di dollari.

Forte grido di allarme dell’Organizzazione per le Nazioni Unite che ieri tramite il suo rappresentante Kevin Kennedy ha chiesto una tregua umanitaria di almeno 48 ore, per poter ristabilire le condutture idriche. La zona più colpita è quella di Aleppo, nella Siria settentrionale, zona nella quale nelle ultime settimane si è assistito a furiosi scontri tra le forze governativi e i ribelli indipendentisti. Nel comunicato stampa si sottolinea come l’ONU chiederebbe una "tregua permanente", oppure in alternativa due giorni settimanali da dedicare alle riparazioni dei danni di guerra ed alla ricostituzioni delle scorte umanitarie. I combattimenti hanno causato quasi 200 morti tra la popolazione civile: l’ONU chiede per questo motivo che i combattenti prestino la massima attenzione a coloro che sono chiamati "danni collaterali".

È costato il posto al Direttore dell’importante Quotidiano Sportivo (QS) il titolo dell'articolo sulle tre arciere italiane che si trovano a Rio per i giochi olimpionici. Giuseppe Tassi aveva autorizzato il titolo "le tre cicciottele" riferendosi alle atlete in modo, a suo dire, ironico, una scelta invece discriminatoria secondi i social sul fisico delle azzurre. L’editore Andrea Riffeser Monti, ha cosi deciso di rimuovere l’importante giornalista con "effetto immediato", scusandosi sulle pagine del suo giornale non solamente con le atlete, ma anche con tutti coloro che si sono sentiti offesi dal titolo. Plauso per la decisione è stata espressa dal presidente della Federazione Italiana Tiro con l'Arco Scarzella, che ha ringraziato Monti ed ha al contempo rinnovato i complimenti alle arciere che hanno centrato un magnifico quarto posto olimpico.

© Riproduzione Riservata.