BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Ultime notizie / Oggi, ultim'ora. Pisa, fermato tunisino: inneggiava all'Isis (12 agosto 2016)

Pubblicazione:venerdì 12 agosto 2016 - Ultimo aggiornamento:venerdì 12 agosto 2016, 16.42

Immagine di archivio (lapresse) Immagine di archivio (lapresse)

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 12 AGOSTO 2016 (ULTIM'ORA). PISA, FERMATO TUNISINO CHE INNEGGIAVA ALL'ISIS - Inneggia all'Isis e per questo motivo un tunisino è stato fermato a Pisa. Come riferisce l'agenzia di stampa Ansa, si tratta di un 26 anni, Bilel Chihaoui, che era da tempo nel mirino dei carabinieri del Ros di Torino e dei nuclei investigativo e informativo di Pisa. Il tunisino avrebbe usato il web per inneggiare all'Isis e al compimento di attentati e avrebbe postando anche immagini della Torre pendente e altri monumenti pisani. Il fermo del tunisino è avvenuto ieri dopo che il giovane è arrivato a Pisa dal Piemonte. Bilel Chihaoui si trova nella caserma del comando provinciale pisano in attesa che vengano presi provvedimenti da parte della autorità italiane: è stato chiesto al ministro dell'Interno Angelino Alfano un immediato decreto di espulsione dall'Italia.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 12 AGOSTO 2016 (ULTIM'ORA). SPAGNA, SPARATORIA A SARAGOZZA: 2 FERITI - E' avvenuta una sparatoria questa mattina in Spagna a Saragozza. Secondo quanto riportato dal quotidiano El Mundo, si legge su Rainews24, due persone, una donna e un uomo, sarebbero rimasti feriti. La sparatoria è avvenuta nei pressi di un centro commerciale: l'uomo che sparato è fuggito subito dopo ed è al momento ricercato dalla polizia. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto l'aggressore ha sparato da un'auto con la quale si è poi dato alla fuga. L'uomo non sarebbe un terrorista, in base a fonti della polizia citate dal quotidiano El Pais. La sparatoria a Saragozza sarebbe un episodio di violenza di genere: l'uomo avrebbe sparato alla ex-moglie, accompagnata dalla figlia, e poi avrebbe tentato di suicidarsi.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 12 AGOSTO 2016 (ULTIM'ORA). ROMA, SINDACO RAGGI SUI RIFIUTI: "MAI STATA EMERGENZA" - Interviene di nuovo il sindaco di Roma Virginia Raggi su quella che è stata definita un' "emergenza rifiuti". Raggi, come riporta Tgcom24, ha dichiarato oggi entrando in Campidoglio, dopo la seduta staordinaria di ieri dell'Aula consiliare: "L'emergenza rifiuti non c'è mai stata, abbiamo avuto un periodo un po' critico". Il sindaco ha poi parlato dei trasporti, sottolineando che "sono molto critici come potete vedere tutti, ma secondo me non ci sarà alcun settembre nero. Stiamo lavorando e lo stiamo facendo molto bene". Ma la questione rifiuti a Roma non sembra essere conclusa. Virginia Raggi, riferisce l'agenzia di stampa Amsa, ha chiesto "priorità di conferimento verso impianti Acea già esistenti a S.Vittore, Aprilia, Orvieto, Terni" ma da quasi tutti i posti è arrivato un rifiuto contro l'arrivo dell'immondizia dalla Capitale.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 12 AGOSTO 2016 (ULTIM'ORA). TERRORISMO, INNALZATO IL LIVELLO DI GUARDIA - Sostanziale aumento del livello di guardia delle istituzioni italiane riguardo al pericolo terrorismo. Ieri il comando generale delle Capitanerie di Porto ha predisposto un piano per aumentare la vigilanza negli scali del Bel Paese, salendo fino al livello due su una scala di tre. Saranno i porti ad alto afflusso "crocieristico" ad essere maggiormente sorvegliati, un'attenzione che contempla un controllo particolareggiato di veicoli civili e commerciali. In tale contesto il comandante generale della CP, Vincenzo Melone, ha riferito le indicazione dei servizi di intelligence, che hanno sottolineato come non siano da "escludere azioni terroristiche", volte a colpire il nostro Paese, anche nelle importanti strutture logistiche portuali. Le azioni potrebbero essere effettuate per "far pagare" all'Italia il progressivo aumento dell’intervento militare nella battaglia globale contro l’esercito del Califfato.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 12 AGOSTO 2016 (ULTIM'ORA). SANNICANDRO: "NON SIAMO MICA METALMECCANICI" - Una frase buttata lì per poter appoggiare la sua richiesta di evitare il taglio degli stipendi dei parlamentari, una scelta che però ha innescato, com’era prevedibile, polemiche furiose. "Non siamo mica metalmeccanici". Cosi si è espresso Arcangelo Sannicandro, deputato di Rifondazione Comunista, mentre cercava di difendere i privilegi dell’aula parlamentare, messi in dubbio dalla presentazione di un ordine del giorno del M5S. L’intervento di Sannicandro era passato sotto silenzio, ma ieri tramite i social ha conquistato una "pubblicità virale", attirando le critiche inferocite di molti cittadini. Persone che vivono con cifre ben lontane dalla diaria giornaliera del deputato e che a volte sopravvivono per i sacrifici di un governo che fa orecchie da mercante sul taglio dei privilegi, di quella che ormai da molti è vista come una casta.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 12 AGOSTO 2016 (ULTIM'ORA). PRANZO CON BERGOGLIO PER 21 SIRIANI - Il Papa non è nuovo a gesti plateali, gesti che risvegliano la coscienza dei credenti e che fanno capire come Bergoglio sia pronto a scendere in campo per l’accettazione dei rifugiati. Ieri il Pontefice ha ospitato a pranzo, presso la comunità di Santa Marta a Roma, 21 profughi siriani, conosciuti durante la sua visita dei mesi scorsi all’isola di Lesbo ed ai quali aveva già anticipato questo nuovo incontro. Una promessa mantenuta da Francesco che, come ha sottolineato il suo addetto stampa, cerca sempre di tenere "alta l’attenzione sul problema dei rifugiati", indipendentemente dalla religione di questi ultimi. Durante il pranzo, al Papa è stato donato un album che raccoglie i disegni dei piccoli profughi, una testimonianza della crudezza della guerra ed il desiderio di avere una casa in cui vivere.

ULTIME NOTIZIE DI OGGI, 12 AGOSTO 2016 (ULTIM'ORA). ALEX SCHWARZER FORSE UN GIOCO POLITICO - Rimarrà sempre il dubbio che Schwazer sia stato bandito da un gioco tutto politico all’interno delle federazioni mondiali di atletica. Un dubbio che l’audizione presso il TAS di Losanna non ha fatto svanire e che anzi ha contribuito ad alimentare. Troppe le prove portate dalla difesa del marciatore altoatesino, troppa la foga con cui Donati (suo allenatore) e vero "paladino della lotta al doping" ha difeso Alex. Significativo anche il coinvolgimento emotivo dell'atleta, che alla comunicazione della sua esclusione è scoppiato in un pianto che solo un innocente può avere. Di certo c’è che il TAS ha chiuso a Schwarzer la possibilità di avere una carriera come marciatore, dopo aver portato tante soddisfazioni alla maglia azzurra e che adesso è infangata per sempre dal dubbio di essere stata costruita sulla base dell’utilizzo di prodotti vietati.



© Riproduzione Riservata.