BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SAN ROCCO / Santo del giorno, il 16 agosto si celebra San Rocco

San Rocco: considerato protettore dei cani per via di un episodio con un animale, fu vicino ai malati di peste ed ai bisognosi. Il Santo si celebra oggi, martedì 16 agosto 2016. 

Immagine di archivio Immagine di archivio

SAN ROCCO, SANTO DEL GIORNO: IL 16 AGOSTO SI CELEBRA SAN ROCCO - San Rocco di Montpellier, o San Rocco come è più comunemente conosciuto, è un Santo di origine Francese, anche se non esistono dati certi sulla sua nascita e sulla sua famiglia. Secondo alcune recenti scuole di pensiero, inoltre, Rocco non sarebbe il suo nome di battesimo bensì la traslitterazione italiana del cognome francese Roch o Roche. Quel che è certo in base alle fonti agiografiche, è che San Rocco è vissuto e morto attorno alla metà del 1300. Nato quando i suoi genitori non speravano più di avere un figlio, San Rocco riceve dal padre un'educazione fortemente religiosa che lo indirizza a diventare un uomo di Chiesa, sulla scia di Francesco d'Assisi, figura fondamentale per la sua spiritualità. Si ritrovano echi del messaggio francescano nella sua opera di conforto ai poveri, agli infermi e sopratutto alle vittime della peste che proprio in quegli anni flagellò l'intera Europa. L'epidemia gioca infatti un ruolo cardine nel culto del Santo, venerato per i suoi poteri taumaturgici che, secondo la tradizione cattolica, gli permettono di salvare un gran numero di vite nel corso dei suoi pellegrinaggi, sopratutto in Italia dove ancora oggi numerose città sono dedicate al Santo. Nonostante la costituzione cagionevole, San Rocco non rifiuta agli appestati il suo conforto e sostegno. Fra le guarigione che gli sono state attribuite dalla tradizione popolare ci sarebbe anche un cardinale, la cui identità non è tuttavia mai stata identificata con chiarezza. Per questo motivo San Rocco viene ricordato come patrono degli emarginati e dei pellegrini. Un altro aspetto del suo culto lo vuole protettore dei cani. Trovandosi nei pressi di Piacenza durante un'epidemia di peste, il Santo viene a sua volta contagiato dalla malattia e si ritira in eremitaggio in una grotta per non trasmettere ulteriormente il morbo. Qui viene soccorso e nutrito da un cane che regolarmente gli porta del cibo, trafugato al proprio padrone, e che rimane al suo fianco notte e giorno. L'anima conduce poi lo stesso padrone, un nobile del luogo, (che si tende a identificare con il suo biografo Gottardo Pellegrini) alla grotta di San Rocco. Curato della peste e ristabilitosi, il Santo torna quindi alla sua opera di assistenza degli ammalati. Il suo peregrinare lo conduce a Voghera, dove il suo aspetto lacero e la riluttanza a parlare di sé inducono le sentinelle a ritenerlo una spia. Viene quindi interrogato dal governatore - che alcune fonti vorrebbero suo zio paterno - e incarcerato per un periodo stimato fra i tre e cinque anni. Qui muore in solitudine, vittima di privazioni e castighi inflitti in parte anche dallo stesso Santo alla sua persona, in espiazione per la propria sorte. 

SAN ROCCO, LA SUA FESTA A CAMOGLI - Nonostante la fine ingloriosa, la figura del Santo già in vita fu circondata da un alone di devozione e affetto da parte dei fedeli, che persiste ancora oggi. Sono numerose le festività e celebrazioni dedicate al Santo, fra cui quella di Camogli, dove oltre alla processione per le vie della città viene ricordato anche l'episodio del cane di San Rocco. Viene indetto infatti un concorso che premia ogni anno gli animali che si sono distinti per la loro fedeltà all'uomo e prevede la loro benedizione in piazza. Una festività molto sentita sul territorio ligure, tanto che una stessa frazione di Camogli è dedicata alla memoria del Santo. Si tratta appunto della frazione di S Rocco di Camogli, nella zona collinare del comune e ogni anno meta molto amata dai visitatori, sopratutto per la sua collocazione geografica riparata e tranquilla oltre che per lo splendido panorama, affacciato direttamente sul Golfo Ligure.

I SANTI DEL 16 AGOSTO - Fra gli altri Santi che si ricordano il 15 Agosto ci sono anche San Tarcisio di Roma, Sant'Alfredo, San Napoleone e l'Assunzione della Vergine Maria.

© Riproduzione Riservata.