BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Quel testamento di Ettore Bernabei che pochi conoscono

Pubblicazione:mercoledì 17 agosto 2016

Ettore Bernabei (1921-2016) (LaPresse) Ettore Bernabei (1921-2016) (LaPresse)

Quante cose per noi davvero importanti affidiamo davvero ai nostri figli? Poche? Niente? E allora un consiglio: evitiamo di parlare bene di lui, a lui. Non ci crederà e farà bene. Si crede e si ha fiducia solo nelle persone a cui si affida la propria vita o parte di essa. Non c'è contratto che possa blindare un affare, un lavoro, meglio di una fiducia profonda, "del cuore", tra i due contraenti, se non c'è fiducia.
Un tempo gli affari tra uomini di onore si suggellavano con una stretta di mano: se non è così non bastano eserciti di avvocati e montagne di allegati. Ettore Bernabei da buon padre — e da buon padre della Patria — lo sapeva e ha lasciato alla base, al numero 10, la pietra angolare della fiducia. Guarda un po', proprio ciò di cui oggi sentiamo una lancinante mancanza. La fiducia, l'autorevolezza, verso chi ci governa. Verso chi ci fa da padre comune.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.