BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MICROCEFALIA/ Il video shock della madre: avrei voluto abortire mio figlio

Se avessi saputo che era handicappato avrei abortito: così una mamma americana parla del figlio nato con microcefalia, un handicap facilmente superabile. Ecco di cosa si tratta

Immagine da InternetImmagine da Internet

Le immagini mostrano Nicholas, un ragazzino di 10 anni, che gioca spensierato ai giardinetti, sull’altalena oppure insieme al fratello più piccolo, un bel sorriso contento sul viso. Ma il video contiene anche dichiarazioni shock della madre, che dice che se avesse mai saputo che Nicholas sarebbe nato sofferente di microcefalia (cervello di dimensioni più piccole del normale causa cranio di misura anch’essa minore del normale) avrebbe sicuramente abortito. “La vita è dura già di per sé, è difficile essere genitori, essere madre di un bambino handicappato è un peso enorme” dice la donna, sottolineando che durante la gravidanza nessun medico l’aveva informata del problema del figlio. La microcefalia infatti si presenta quando il bambino è ancora nel ventre materno e i medici che l’hanno fatta partorire si sono detti sorpresi che nessuno se ne fosse accorto. Sono molti i casi anche in Italia di genitori che fanno causa alle strutture ospedaliere per non aver accertato che il figlio soffrisse di un qualche handicap (specie i Down) e dunque non aver potuto abortire. La microcefalia, seppure comporti ritardi di apprendimento non significa che il bambino non sviluppi una intelligenza, ma per questa donna il figlio, secondo lei, non potrà avere una vita indipendente, dunque sarebbe stato meglio non nascesse. Nicholas va in una scuola speciale e nessuno potrebbe dire, guardando le immagini, che non sia felice.

© Riproduzione Riservata.