BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

JULIAN CARRÒN / Video, Il bene che cambia la storia

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il titolo di questo Meeting  Il titolo di questo Meeting

Proprio per questo dicevo che io l'ho scoperto nella mia vita. La difficoltà di incontrare un altro con una mentalità diversa, con un'obiezione, che ha una posizione diversa sulla vita, costituisce la sfida che mette in moto te: è vero, non è vero, qual è la mia esperienza, qual è l'esperienza dell'altro… È la leva che ti spalanca, che ti mette in moto. Altrimenti, lo vediamo quando ci isoliamo, tutto diventa piatto. È la noia. Perdiamo la vita vivendo.

 

Ma in quello che sembra un tempo di mancanza di sfide, c'è una speranza per noi? 

Assolutamente. C'è la speranza che noi accettiamo questa sfida del reale, dell'incontro, del dialogo. La sfida che qualcosa fuori di noi ci metta in moto, ci attragga abbastanza perché valga la pena di giocarsi la partita. Senza questo, chi te lo fa fare? Solo quando troviamo qualcosa che ci sfida, ci spalanca, ci attira… Allora la vita è vita. Altrimenti si ferma. 

 

È un Meeting che cade nell'Anno della Misericordia. Come può aiutare a viverlo?

Proprio perché tante volte l'altro appare come ostacolo, senza misericordia non c'è strada. Non c'è cammino. Anche tra amici, tra sposati, tra collaboratori di un'opera, anche tra le persone più care. Siamo tutti poveracci, bisognosi costantemente di essere perdonati. Senza questa capacità di perdono, come può esserci amicizia tra noi? L'amicizia rinasce solo dalla misericordia. Non potremmo neanche dire la parola "amicizia", storicamente parlando, senza che a un certo momento non compaia la parola "misericordia". L'esperienza della misericordia. Quindi è necessaria storicamente, tanto è vero che Dio, per poter continuare la storia con noi, ha dovuto mettere in campo la Sua misericordia. Senza questo, la storia con Lui sarebbe già bloccata dall'inizio. 

 

CLICCA QUI SOTTO PER IL VIDEO INTEGRALE DELL'INTERVISTA

 


(Claudio Gelain e Paolo Perego) 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >