BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SAN PIO X PAPA / Santo del giorno, il 21 agosto si celebra San Pio X Papa

San Pio X Papa, si celebra oggi 21 agosto 2016: una vita dedicata alla fede ed allo studio delle Sacre Scritture, il suo pontificato fu caratterizzato da varie riforme su Stato e Chiesa. 

Immagine di archivioImmagine di archivio

Giuseppe Melchiorre Sarto è il vero nome di San Pio X, che durante la sua vita religiosa, venne eletto Papa. Nato nel 1835 a Riese, il Santo era figlio di un contadino e di una sarta che volevano per lui solo il meglio, così come per gli altri dieci figli. Giuseppe inizia ad avvicinarsi al mondo religioso cristiano dopo una breve esperienza lavorativa ed avvia gli studi della Bibbia, riuscendo ad imparare gli insegnamenti che vi sono racchiusi. La sua vocazione lo porta presto a ricevere la tonsatura e ad iscriversi al seminario di Padova, dove riesce a distinguersi per la grande passione con cui segue le varie lezioni. Otto anni più tardi, Giuseppe diventa sacerdote e riesce a conquistare il cuore dei fedeli, tanto che il suo nome ricorre spesso nei loro discorsi. Proprio in base a questo, il futuro Santo viene notato dagli altri sacerdoti ed alti prelati. Negli anni seguenti diventa arciprete, vescovo di Mantova e Treviso ed anche cancelliere vescovile, oltre a direttore spirituale del seminario diocesano, fino ad ottenere la nomina di patriarca di Venezia. Riveste tuttavia questo ruolo solo un anno e mezzo dopo la nomina, dato che i sovrani di quell'epoca non riuscivano ad accettare che la sua elezioni non fosse avvenuta con il loro consenso. In quel periodo la legge prevedeva inoltre che il patriarca doveva essere per forza il Re e non una persona estranea, soprattutto di certo non un uomo di Chiesa. Quando Giuseppe riesce finalmente ad espletare le funzioni di patriarca, riesce ad ottenere una visibilità maggiore ed ovviamente la possibilità di poter raggiungere con maggior facilità anche la popolazione stessa, convertendola alla religione cristiana. Il 1903 è un anno molto importante per il futuro Santo: dopo la morte di Papa Leone XIII, il mondo ecclesiastico si riunisce per eleggere il nuovo Papa. La scelta iniziale è il segretario Rampolla, ma la sua salita a Pontefice viene limitata dall'intervento del sovrano austriaco Francesco Giuseppe. Viene eletto quindi Giuseppe che assume il nome di Pio X e che come primo atto fa abolire la legge che permetteva ai sovrani di assumere il potere temporale. E' stata solo una delle tante riforme promosse da Pio X, che negli anni rimuove alcuni privilegi del mondo ecclesiastico, fra cui l'intervento nella politica e l'approvazione del tango, un ballo fino a quel momento considerato peccaminoso. Le sue distanze dallo Stato lo portarono poi a prendere posizione ed approvare la sua divisione dalla Chiesa. Pio X perde la vita prima della guerra mondiale, lasciando un grosso vuoto nel mondo cattolico e cristiano. Viene santificato nel 1954 dal suo successore Pio XIII. 

In quanto patrono di Venezia e Pontefice, San Pio X viene ricordato ancora oggi con lunghe feste in molte località italiane. In particolare la città lagunare lo ricorda con grandi processioni e manifestazioni di ogni genere, molte delle quali accompagnate da sagre, che interessano per tradizione le giornate che vanno dal 3 all'8 settembre di ogni anno. In particolare Lucera, in provincia di Foggia, dedica tre giorni al Santo, con spettacoli musicali e rituali religiosi. Si è svolta infatti giovedì scorso l'accoglienza dello zucchetto di San Pio X, una reliquia che è stata donata alla parrocchia del paese da don Biagio Pellecchia, parroco della cattedrale di Salerno. Oggi invece, in seguito alla Santa Messa, il Vescovo Domenico Cornacchia celebrerà l'eucaristia, mentre alle 17:30 partirà la processione lungo le strade di Lucera con l'immagine votiva di San Pio X. Alla sera previsto uno spettacolo musicale di una cover band che ripercorrerà i brani più belli dei Pooh e Riccardo Fogli, per poi concludere con i fuochi pirotecnici della mezzanotte.  

I martiri Bassa, Teognio, Agapio e Pisto vengono ricordati nello stesso giorno di Papa Pio X: vennero condannati a morte per essersi rifiutati di promuovere il politeismo nell'impero romano. Si venerano inoltre i Santi Agatonico ed Euprepio di Verona, Santa Ciriaca di Roma, San Privato di Mende e San Sidonio Apollinare - Vescovo di Clermont. Si ricordano inoltre i Beati Vittoria Rosoamanarivo (vedova e Principessa del Madagascar); Brunone Giovanni Zembol (martire e religioso); Raimondo Peiro Victori (martire e sacerdote domenicano) e Salvatore Estrugo Solves (martire e sacerdote). 

© Riproduzione Riservata.