BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RAGAZZINA DAI CAPELLI ROSSI / Morta la musa di Schulz: chissà se adesso la incontrerai, Charlie Brown! (oggi, 23 agosto 2016)

Pubblicazione:

Charlie Brown con la ragazzina dai capelli rossi  Charlie Brown con la ragazzina dai capelli rossi

RAGAZZINA DAI CAPELLI ROSSI, MORTA LA MUSA DI CHARLES SCHULZ: CHISSÁ SE ADESSO LA INCONTRERAI, CHARLIE BROWN! (OGGI, 23 AGOSTO 2016) - La ragazzina dai capelli rossi è morta, qualcuno vada a dirlo a Charlie Brown, se ne ha il coraggio. Forse sarebbe il caso di chiederlo a Linus, il migliore amico del bambino con la testa più rotonda dell'universo. Lui sì che forse troverà le parole adatte per dire al buon Charlie che la sua amata non c'è più. Donna Mae Wold, nata Johnson, come riporta agi.it, è morta il 9 agosto scorso all'età di 87 anni a Minnesota per problemi legati al diabete: era lei la musa del Creatore del mondo Peanuts, Charles Schulz, che al pari del suo omonimo personaggio nelle celebri strisce dei fumetti, quella ragazza non era mai riuscita a farla veramente sua. Si racconta che i due, Schulz e Donna Mae Wold, siano cresciuti insieme, frequentandosi e fidanzandosi per un paio d'anni. Quando il fumettista le chiese la mano però, Donna rifiutò: venne fuori che amava da tempo un pompiere, tale Allan Wold, e almeno si può dire che fu amore vero, dal momento che da lui ebbe 4 figli, di cui 3 femmine. Nelle strisce a fumetti, Schulz riportò quel personaggio a cui diede il nome di Heather, ma non la disegnò mai in volto: l'abbiamo vista di spalle, di lato, ma mai negli occhi. Quasi a dire che quella bambina rappresentava l'inarrivabile non solo per Charlie Brown o Charles Schula, ma per tutti noi: chi non ha avuto nella vita una ragazzina (o un ragazzino) dai capelli rossi che non ha ricambiato il proprio sentimento? Ora che Donna Mae Wold non c'è più: siamo certi che Charlie Brown dirà a Linus che proprio quest'oggi aveva intenzione di andare a bussare al suo campanello, che avrebbe trovato il coraggio per spingerlo quel pusante, ne era certo. E in fondo è questo il bello dei Peanuts: sono eterni, immortali, mai fuori moda. Schulz è morto nel 2000, sedici anni prima della sua ragazzina dai capelli rossi. Ma nessuno ci impedisce di credere che oggi, da qualche parte, si incontreranno e usciranno insieme, perché non è mai troppo tardi, Charlie Brown.



© Riproduzione Riservata.