BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PADRE "PEPE"/ Il prete "villero": distruggere la povertà non si può, abbracciare i poveri sì

Pubblicazione:

Don Pepe  Don Pepe

Non è mai stato dimostrato concretamente che sia così. In realtà c'è differenza tra paese e paese, ogni situazione è diversa. E' un discorso questo che portano avanti gli intellettuali, gli appartenenti alle classi sociali più benestanti, quelli che amano definirsi progressisti. Ma l'impatto maggiore della legalizzazione la soffrirebbero le persone più povere.

Senza contare che lo Stato con la tassazione guadagnerebbe soldi dalla droga.
Infatti fanno ridere. Parlano di "regolarizzazione del mercato", si dicono progressisti e di fatto la legge che vorrebbero è di impianto tipicamente capitalista. In realtà, legalizzandola, si crea un business molto appetibile per tante persone.

Di recente lei ha dichiarato pubblicamente che è in corso un attacco contro papa Francesco da parte del governo argentino. Qui in Italia invece assistiamo a un attacco diverso, da parte di certi cattolici, che sostengono che Bergoglio sia un papa di "sinistra", che voglia distruggere la tradizione dottrinale della Chiesa. Che cosa è che noi cattolici europei non capiamo di questo papa?
Quello che si dice di questo papa non corrisponde nella maniera più assoluta al vero. E' una persona molto spirituale, non legata ad alcun settore politico, in Argentina è sempre stata riconosciuta la sua grande solidità dottrinale. Quello di cui non riusciamo a renderci conto è che il papa ci sta chiedendo di tornare al Vangelo, niente altro. Non è una questione dottrinale né politica, ma una chiamata ai cattolici perchè tornino a imparare il Vangelo senza alcuna forma di intermediazione.

La parola "misericordia" sta uscendo fuori in molti incontri di questo Meeting, e questo è l'anno della Misericordia. E' d'accordo che quello che manca all'uomo di oggi sia proprio questa parola?
Sì, ed è anche una parola che spesso è dimenticata. Il papa ha posto come una sfida il poterla vivere, in modo che la parola misericordia inizi a essere uno scopo per il cristiano di oggi.


(Paolo Vites)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.