BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PESCARA DEL TRONTO / Arquata, Amatrice e Accumoli: ecco i comuni più colpiti dal terremoto (oggi, 24 agosto 2016)

Pescara del Tronto e Arquata, Amatrice e Accumoli: ecco i comuni colpiti dal terremoto del centro Italia di oggi 24 agosto 2016. Storia, luoghi di interesse e simboli colpiti dal sisma

Il centro di Amatrice (LaPresse)Il centro di Amatrice (LaPresse)

Amatrice e Accumoli in Lazio, Arquata e Pescara del Tronto nelle Marche: questi 4 comuni sono quelli più colpiti dal terremoto di oggi 24 agosto 2016 che ha purtroppo devastato il centro Italia. Vittime e danni alle strutture dei paesini in provincia di Rieti e Ascoli Piceno purtroppo sono ancora del tutto provvisori e probabilmente per tutta la notte si andrà avanti a scavare per estrarre dalle macerie vittime e probabili, flebili, persone ancora vive. Ma che comuni sono questi sfortunati centri abitati vicino all’epicentro di uno dei terremoti più gravi della storia moderna d’Italia? Pescara del Tronto è una piccola frazione di Arquata del Tronto, entrambe in provincia di Ascoli: un paesino di 135 abitanti che risiede in una delle zone più belle d’Italia per “La Pescara” dove gli abitanti storicamente riuscivano a sopravvivere pescando sul fiume Tronto, vero fulcro di questa zona. Luogo rinato durante il Medioevo e il Rinascimento per via di Bernardino da Siena che passando questo luogo continuò l’opera di evangelizzazione dei primi cristiani arrivati. Da qui nacque infatti alcuni luoghi di interesse storico altissimo, come la Chiesa di Santa Croce che possiede una preziosa croce astile del XIII secolo e per cui si teme l’incolumità dopo il sisma di stanotte; Arquata è invece un paesino ben più grande con 1000 abitanti che ha la particolarità di essere l’unico comune in Europa ad essere racchiuso da due aree naturali protette, ovvero il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga a sud, e il Parco Nazionale dei Monti Sibillini a nord. Seconda curiosità per questo spettacolare paesino del centro Italia è che confina con ben tre regioni, dal Lazio all’Umbria fino all’Abruzzo, appartenendo ovviamente alle Marche.

Amatrice è forse il paese più famoso al mondo tra quelli colpiti dal terremoto terribile di queste ore: basta solo ricordare che tutti noi italiani e tantissimi all’estero almeno una volta hanno mangiato un piatto che deriva proprio da questo paese, ovvero la pasta all’Amatriciana. Uno dei simboli del buon cibo e della cucina italiana nel mondo vengono nasce proprio in questo piccolo comune di 2600 abitanti e che vede un centro storico praticamente distrutto. Giusto l’anno scorso Amatrice è entrata a far parte del club “i borghi più belli d’Italia”, e da oggi purtroppo deve contare un numero danni anche di strutture storiche inimmaginabile. Chiudiamo con Accumoli, altro comune del Lazio in provincia di Rieti, primo epicentro del sisma avvenuto alle 3.36 di questa mattina. Per anni facente parte del Regno delle Due Sicilie, il comune conta 600 abitanti e un numero altissimo di monumenti storici. dalla Torre Civica al Palazzo del Guasto, da Palazzo Cappello a Palazzo Marini, con affreschi e sculture di forte importanza storica e culturale. La devastazione in queste zone purtroppo passa anche dal disastro culturale e storico: la dimensione umana a tutto tondo rimane profondamente ferita per tutto quanto successo in questo drammatico 24 agosto 2016. (Niccolò Magnani)

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
24/08/2016 - ... (rose yellow)

le norme antisismiche non penso siano state prese in considerazione altrimenti sarebbero rimasta in piedi molte più case