BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RENATO FARINA/ Diffamazione contro il giornalista: condannato il Gruppo Espresso

Pubblicazione:sabato 27 agosto 2016

Immagine dal web Immagine dal web

L'episodio risale al ferragosto di ben otto anni fa. Il giornalista Renato Farina, allora anche deputato del Pdl, si reca in visita al carcere di Opera. Come da consuetudine il Partito radicale nei periodi festivi organizza infatti visite ai carcerati per vedere le loro condizioni e raccogliere eventuali lamentele. Quel ferragosto del gruppo di parlamentari fa parte anche Farina, che fra gli altri incontra il boss della mafia Totò Riina. Passano quattro anni e nel 2012 la rivista Espresso pubblica un articolo a firma Lirio Abbate in cui fra le altre cose si dice che Farina grazie al suo ruolo di parlamentare "era entrato nel carcere per rispondere ai messaggi in codice che i capi della cupola, Totò Riina e Giuseppe Graviano, stavano lanciando al mondo corrotto della politica" (nel pezzo si citano anche Berlusconi e Dell'Utri). Peccato che, come sostenuto dal giornalista-parlamentare al momento dell'incontro con Riina, fossero presenti - come prevede la legge - alcune guardie carcerarie e la visita non fosse stata organizzata da Farina, ma dai radicali. Adesso, passati altri quattro anni, il tribunale di Palermo ha condannato il Gruppo Espresso, Lino Abbate, l'allora direttore del giornale Daniela Hamaui per diffamazione a pagare a Farina 7mila euro di risarcimento.



© Riproduzione Riservata.