BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PASSIONE DI SAN GIOVANNI BATTISTA/ Santo del giorno, il 29 agosto si celebra la memoria del martirio di san Giovanni Battista

La Passione di san Giovanni Battista, viene celebrata nella giornata di oggi, lunedì 29 agosto, dalla chiesa cattolica. Si ricorda la memoria del martirio di San Giovanni Battista

Immagine presa dal web Immagine presa dal web

Il 29 agosto si celebra la memoria del martirio di san Giovanni Battista, una delle maggiori personalità dei Vangeli, che è stato definito il più grande dei profeti e il primo degli apostoli. Nato da Elisabetta e Zaccaria, cugino di Gesù, san Giovanni Battista visse a lungo nel deserto, in preghiera e in penitenza, prima di dedicarsi alla predicazione. Dal 27 d.C., san Giovanni Battista cominciò a preparare la gente alla venuta di Gesù Cristo, rivolgendosi in particolare al popolo perché cambiasse disposizione di spirito e si convertisse. Il suo soprannome, ‘Battista’, lo ottenne con la pratica di battezzare coloro che lo seguivano, e gli fu confermato in occasione del battesimo, nel Giordano, di Gesù stesso. San Giovanni Battista andò incontro al martirio perchè osò denunciare la scandalosa relazione che Erode Antipa intratteneva con la cognata, Erodiade. Nel 35 d.C. san Giovanni Battista fu imprigionato da Erode nella sua fortezza di Macheronte (nell’odierna Giordania), e dallo stesso tiranno fu decapitato su richiesta di sua figlia, Salomè. Secondo la dottrina cattolica, al tempo della Resurrezione di Cristo, san Giovanni Battista fu assunto in Cielo. La celebrazione del suo martirio nella Chiesa Cattolica ha radici antiche: si attesta già nel V secolo d.C. in Francia e poi a Roma. Sembra che la festa nacque in occasione del ritrovamento della testa del santo, che fu quindi trasportata nella chiesa di San Silvestro, a Campo Marzio, dove fu possibile darle degna sepoltura insieme al corpo. 

Il culto di san Giovanni Battista si diffuse rapidamente in tutta la Cristianità; oltre che chiese e città, gli sono dedicate molte feste. Infatti, oltre che il giorno della sua morte, san Giovanni Battista viene celebrato anche il giorno delle sua nascita, il 24 giugno (con l’eccezione di Maria, si tratta di un caso unico). Nella città di Quartu Sant’Elena (in provicina di Cagliari) si celebra ogni anno la Sagra di san Giovanni Battista, una festa campestre antichissima. Altre sagre sono dedicate a san Giovanni Battista in tutta Italia: il santo è celebrato dalla Sicilia al Veneto, a testimoniare la sua grande popolarità. A Pontecorvo (Frosinone) si celebra, la seconda domenica di maggio, l’apparizione di San Giovanni, che nel XII secolo apparve a un giovane contadino che stava venendo tentato dal demonio. 

San Giovanni Battista è inoltre patrono, oltre che di diverse professioni, di moltissime città e paesini. In particolare, San Giovanni battista è patrono della città di Firenze da quando questa si convertì al cristianesimo, attorno al VI secolo d.C.; è a questo secolo che si può collocare la costruzione del Battistero di San Giovanni di Firenze. In occasione della festa del santo, il capoluogo toscano si arricchisce di ogni genere di giochi e festeggiamenti: ha luogo un corteo che attraversa il centro storico, mentre sbandieratori si esibiscono per le vie della città. Sull’Arno si sfidano i diversi club di canottieri; ha luogo inoltre la notturna di San Giovanni, una delle corse su strada più antiche praticate in Italia. La giornata si conclude coi fuochi di artificio (i ‘fochi’) che illuminano i ponti e i lungarni. 

Il 29 Agosto ricorre anche la celebrazione di altri santi e beati: Beato Domenico Jedrzejewski, che fu sacerdote e martire; Beato Francesco Monzon Romeo, sacerdote domenican e martire; Beati Giovanni da Perugia e Pietro da Sassoferrato, Martiri francescani, e Santa Maria della Croce (Giovanna Jugan), che fondò le Piccole Suore dei Poveri. È inoltre venerata la Madonna delle Lacrime di Siracusa. 

© Riproduzione Riservata.