BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SPARI A NAPOLI / Rione Sanità: sparatoria in pieno giorno, la vittima era fratello del boss Giuseppe Vastarella (oggi, 31 agosto 2016)

Spari a Napoli al Rione Sanità: ultime notizie di oggi 31 agosto, un morto in pieno giorno dopo la sparatoria nelle periferie napoletane. News in aggiornamento live, cronaca nera a Napoli

Foto: LaPresseFoto: LaPresse

Ancora paura a Napoli, esattamente al Rione Sanità, teatro in pieno giorno di una sparatoria dagli esiti drammatici. E' quanto accaduto poche ore fa, intorno a mezzogiorno e mezzo, quando la vittima, Vittorio Vastarella, noto alle forze dell'ordine per precedenti per droga, è stato ferito alla gamba mentre usciva dal portone della sua abitazione, per poi morire due ore dopo mentre si trovava in sala operatoria. A provocare il decesso è stato un proiettile che ha colpito l'arteria femorale facendogli perdere molto sangue. Repubblica.it racconta degli spari a Napoli in pieno giorno, segnalati alla polizia che è prontamente intervenuta sul posto, in via San Vincenzo. Una zona calda, già teatro di altri violenti agguati nei mesi scorsi. Anche la vittima aveva legami con l'ambiente malavitoso della Camorra. Vittorio era infatti il fratello del boss Giuseppe Vastarella ucciso anche lui lo scorso 22 aprile in un circolo ricreativo della Sanità insieme al cognato.

Ancora una volta spari a Napoli in pieno giorno con un ferito molto grave che ha rischiato la vita in queste ore e che purtroppo poco fa è morto in ospedale a Napoli: il tutto accade nel Rione Sanità, uno delle aree più difficili del capoluogo partenopeo dove spesso la popolazione è vittima delle sparatorie tra gang e vari clan della camorra in lotta tra loto. Un uomo di 43 anni è gravissimo dopo che gli hanno sparato ad una gamba ed è rimasta ferita gravemente l’arteria femorale: usciva da un portone ed è stato attaccato in pieno giorno a due passi dal teatro in via San Vincenzo, riporta il sito di Repubblica. Agguato ed ennesimo scontro in quella zona, questa volta la vittima è Vittorio Vastarella: precedenti per droga e senza vita dopo l’operazione che non è riuscita a tamponare la perdita di sangue copiosissima. Sono stati trovati più bossoli sulla zona del delitto e ora si prova a studiare in quale dinamica di lotta tra clan camorristici poteva rientrare la vittima per poter così capire chi è stato il mandante di questo ennesimo delitto di Camorra in pieno giorno.

© Riproduzione Riservata.