BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Angela Celentano / News, i genitori: “È viva”. Il Messico offre 80mila euro a chi fornirà notizie su Celeste Ruiz (Oggi, 9 agosto 2016)

Angela Celentano, ultime news: a vent'anni dalla misteriosa scomparsa intervengono le autorità messicane offredo una maxi ricompensa a chi fornirà informazioni utili su Celeste Ruiz.

Angela Celentano Angela Celentano

E Celeste Ruiz Tellez sono la stessa persona? Dopo 20 anni dalla scomparsa della bambina di 3 anni sul monte Faito, in provincia di Napoli, la speranza dei genitori è proprio questa. Sei anni fa sono stati contattati da una ragazza messicana, appunto Celeste Ruiz Tellez, che sosteneva di essersi riconosciuta nelle foto della piccola Angela Celentano. I genitori della bambina hanno sempre sostenuto che la loro figlia non fosse morta. La scorsa settimana hanno dichiarato al settimanale Giallo: "Noi sentiamo che Angela è viva. Abbiamo sempre pensato che l'abbia presa qualcuno che poi l'ha cresciuta in una famiglia, in Italia o più probabilmente all'estero". Ma anche di Celeste Ruiz Tellez si persero poi le tracce. Ma ora dopo 20 anni da quel 10 agosto del 1996 la pista della ragazza messicana potrebbe riprendere vigore e portare forse a una svolta: il Messico ha infatti offerto 80mila euro a chi fornirà notizie su Celeste Ruiz Tellez. Domani intanto c'è attesa per quello che diranno i genitori di Angela Celentano che hanno annunciato una conferenza stampa a Sorrento proprio nel giorno della scomparsa della bambina 20 anni fa.

Sono trascorsi venti anni dalla misteriosa scomparsa di Angela Celentano, la bambina di appena 3 anni che il 10 agosto del 1996 fece perdere le sue tracce mentre si trovava insieme alla sua famiglia sul monte Faito. Da quel giorno i genitori della piccola non hanno mai perso la speranza di poterla riabbracciare, sempre più certi che Angela sia ancora viva. "Noi sentiamo che Angela è viva. Abbiamo sempre pensato che l'abbia presa qualcuno che poi l'ha cresciuta in una famiglia, in Italia o più probabilmente all'estero", ha dichiarato di recente Maria, madre di Angela Celentano sulle pagine del settimanale "Giallo". La pista del rapimento e dell'adozione all'estero ha riguardato in modo particolare il Messico ed è proprio da qui che si riparte: le autorità messicane, infatti, avrebbero messo a disposizione "fino a un milione e mezzo di pesos", l'equivalente di 80 mila euro a chi fornirà informazioni utili a rintracciare Celeste Ruiz Tellez. Questo sarebbe il nome della ragazza che sei anni fa contattò la famiglia di Angela Celentano sostenendo di essere la bambina che all'età di tre anni scomparve. A sua detta, si sarebbe riconosciuta nelle foto della piccola Angela. Ora, proprio la lauta ricompensa che arriva dal Messico potrebbe finalmente portare all'attesa svolta dopo vent'anni dall'inizio di un giallo ancora senza soluzione. Un segnale forte, come sottolinea Il Messaggero, giunto dallo stato del Nord America dopo anni di silenzio e mancata collaborazione con il nostro Paese, nonché la conferma che la pista maggiormente battuta continua ad essere quella di Celeste Ruiz. Dopo le mail partite nel 2010, intervennero anche i Ris che analizzarono le foto della presunta Angela Celentano riscontrando una "generica compatibilità" con la bambina scomparsa. Il caso fu destinato ad una nuova battuta di arresto quando l'Interpol decise di seguire la pista di Celeste Ruiz, che nel frattempo fece perdere le sue tracce. Le indagini si erano contrate allora sulla famiglia Ruiz, dalla cui abitazione erano partite le mail indirizzate ai genitori di Angela Celentano. Nessun risultato apprezzabile ne derivò, eppure qualche incongruenza lasciò dei dubbi soprattutto in riferimento al legame tra i Ruiz e i Marin, famiglia del primo matrimonio di Norma Hilda Valle Fierro, moglie di Cristino Ruiz. Le ulteriori novità, a partire dall'iniziativa messicana, saranno rese note nel corso di una conferenza stampa tenuta dai genitori di Angela Celentano, Maria e Catello nel ventennale della scomparsa della piccola e in programma dalle ore 9:00 di mercoledì 10 agosto presso il chiostro di San Francesco a Sorrento.

© Riproduzione Riservata.