BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COMUNIONE AI DIVORZIATI/ Francesco risponde ai suoi vescovi e chiude il "dibattito"

Pubblicazione:sabato 10 settembre 2016

Papa Francesco (LaPresse) Papa Francesco (LaPresse)

Non mi sembra peregrino ritenere che Francesco, non volendo fare direttamente nessuna "interpretazione autentica del suo documento" (azione che a mio parere sarebbe del tutto contraria allo stile del suo pontificato), abbia colto l'occasione offertagli dei vescovi della città da cui proviene, per far intendere chiaramente come desidera venga interpretata Amoris Laetitia. Servirà ad acquietare le acque? Non credo. Come dice il proverbio: non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
10/09/2016 - Sì ma anche no, insomma come vi pare? (Carlo Cerofolini)

Rispettosamente ma non è che non essendo evidentemente chiara l’interpretazione e quindi la successiva applicazione da dare al capitolo VIII di “Amoris Laetitia” - che sembra ricalcare nella sua formulazione nebulosa, il classico sì ma anche no, ovvero come vi pare - questo sia in contrasto con quanto riporta il Vangelo (Mt. 5-37): “Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno”?

RISPOSTA:

Io non avrei paura della confusione altrui, anzi, quello che mi rassicura molto dell’Amoris Laetitia è che si tratta di un cambiamento pastorale e non dottrinale. Cioè la questione è tra il pastore e la sua pecora. Chi è a posto con la dottrina, deve stare tranquillo. A lui non viene tolto nulla e neanche alle sue certezze. Chi pensa che da domani si risposeranno tutti, deve stare tranquillo ugualmente. Non cambia nulla riguardo il matrimonio e i suoi diritti e doveri. Quello che cambia è che si ricomincia a parlare di coscienza personale e di direzione spirituale. L’unione di queste due “cose” ritorna al centro della nostra fede. Forse pensare meno a come sta messo a sacramenti chi sta in fila davanti a me per prendere la comunione, ci aiuterà a pensare di più a chi sto per incontrare e mangiare. ML

 
10/09/2016 - Un altro proverbio (Giuseppe Crippa)

I 45 filosofi e teologi cui accenna l’articolo avevano rispettosamente formulato alcune richieste di chiarimento a sua Santità all’inizio di luglio e non hanno ricevuto finora risposta mentre i Vescovi argentini che hanno scritto al Papa il 5 settembre sono stati lo stesso giorno gratificati di un ringraziamento. Due pesi, due misure.

RISPOSTA:

Io, come scrivo nell'articolo, ritengo che questa sia una scelta deliberata di Papa Francesco per venire incontro a chi gli ha chiesto di interpretare il suo scritto. Più di così non può fare altrimenti, visto che non si tratta di proporre un nuovo "meccanismo" al posto del vecchio. ML