BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Daniela Sanjuan / News, scomparsa 13 anni fa: morta vicino alla comunità dove era ospite (Oggi, 13 settembre 2016)

Daniela Sanjuan, ultime news: dal Dna la conferma della morte della 14enne scomparsa nel 2003. La svolta dopo tre anni dal ritrovamento dei resti ritrovati nel boschetto poco distante.

Daniela Sanjuan Daniela Sanjuan

E' morta vicino alla comunità che la ospitava Daniela Sanjuan, la 14enne scomparsa 13 anni fa. I suoi resti sono stati ritrovati infatti a poca distanza dalla comunità Piccolo Carro a Bettona, in provincia di Perugia. Come reso noto dalla trasmissione di Rai 3 Chi l'ha visto? il pm della procura di Perugia Giuseppe Petrazzini ha comunicato nei giorni scorsi alla madre di Daniela Sanjuan l'esito del test del Dna sui resti trovati il 20 febbraio 2013 in località Acque Minerali. La madre della ragazzina scomparsa si era sottoposta al prelievo di un campione genetico per il confronto lo scorso 20 luglio. Dalla comunità Piccolo Carro Daniela Sanjuan era scomparsa il 23 ottobre 2003: alla luce di quanto emerso negli ultimi giorni quindi pare che la ragazzina non si sia mai allontanata dalla comunità anche se questa era stata invece una delle prime ipotesi. Dopo il ritrovamento di un frammento di calotta cranica nei boschi della stessa zona della comunità si è pensato subito che potesse trattarsi dei resti di Daniela Sanjuan. Poi la conferma dell'esame del Dna.

Il giallo di Daniela Sanjuan, la ragazzina di 14 anni scomparsa il 23 ottobre 2003 dalla comunità Piccolo Carro a Bettona è tornato al centro dell'attenzione nei giorni scorsi con una novità sconvolgente. A fornirla è stata la trasmissione Chi l'ha visto che tramite il suo sito confermava la morte della giovane scomparsa. I resti ritrovati nei boschi poco distanti dalla struttura che la ospitava, in località Acque Minerali di Bettona, appartengono proprio a Daniela Sanjuan. La scoperta di un frammento di calotta cranica era avvenuta nel 2013 e sin da subito aveva fatto ipotizzare ai resti della 14enne. Solo lo scorso 20 luglio la mamma di Daniela, Anna, si era sottoposta al test del Dna che avrebbe confermato la corrispondenza. Il giallo durato 13 anni attorno a Daniela Sanjuan, dunque, è in parte risolto: la ragazzina non si era mai allontanata dalla comunità, come inizialmente ipotizzato, ma era morta a poca distanza dal Piccolo Carro. Una storia, quella della 14enne, fino all'ultimo caratterizzata da misteri e depistaggi, come i numerosi presunti avvistamenti registrati nel corso degli anni. Una delle telefonate ricevute parlava di un rapimento a scapito della ragazzina. La donna dall'altra parte della cornetta, dopo aver rivelato la presenza di Daniela in Italia scoppiò a piangere disperatamente. A questa seguirono altre telefonate, tutte basate su segnalazioni infondate. L'esame del Dna ha finalmente messo in luca una prima verità: Daniela Sanjuan è morta. Il giallo, tuttavia, resta in quanto da solo il Dna non ha portato alla soluzione dell'intricato caso. Con l'ultima svolta avvenuta a distanza di oltre tre anni dal ritrovamento dei resti della povera Daniela Sanjuan, ora le indagini ripartono da nuovi spunti. Secondo il sito Umbriadomani.it, il lavoro attuale degli inquirenti potrebbe convergere verso una sola pista. Ciò che è certo è che Daniela Sanjuan scappò dalla comunità nella quale era ospite la sera del 23 ottobre 2003, mentre giocava con altri ragazzini. Da quel momento di lei si persero le tracce. Nessuno la vide, nessuno notò niente di strano ma soprattutto nessuno la cercò nel vicino bosco. Il giallo è stato affrontato anche ieri nel corso del primo appuntamento in daytime con la trasmissione Chi l'ha visto, confermando le ultime novità che si sono avute con il risultato dei test del Dna, sebbene il mistero continua a persistere.

© Riproduzione Riservata.