BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Daniela Sanjuan / News, la morte nel mistero: cosa accadde alla 14enne in Argentina prima della scomparsa? (Chi l’ha visto, 14 settembre 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Chi l'ha visto?, in onda su Rai 3  Chi l'ha visto?, in onda su Rai 3

DANIELA SANJUAN, NEWS: LA MORTE COLLEGATA A SARA BOSCO? LA DIFFICILE VITA DELLA RAGAZZA PRIMA DELLA SCOMPARSA (CHI L'HA VISTO, 14 SETTEMBRE 2016) - La scomparsa di Daniela Sanjuan ha tenuto la sua famiglia con il fiato sospeso per ben 13 anni. Finalmente, la prima importante svolta nel caso della ragazzina 14enne che fece perdere le sue tracce dalla Comunità Piccolo Carro di Bettona, in provincia di Perugia, si è registrata nei giorni scorsi. Solo pochi giorni fa, infatti, la madre ha avuto la conferma che i resti rinvenuti pochi distanti dalla comunità nel 2013 appartenevano proprio alla giovane. Una vita, la sua, caratterizzata da grandi disagi prima ancora della scomparsa, come ricorda il sito Umbriadomani.it nel ripercorrere il giallo. Daniela scappò dalla Comunità perugina alle nove di sera senza lasciare alcuna traccia. Per anni ci si è domandati come mai nessuno si fosse accorto di nulla. I misteri attorno alla sua scomparsa furono sempre molteplici. Daniela viveva una situazione difficile da quando i suoi genitori decisero di separarsi. Il giallo di Daniela inizia dal ritorno dall'Argentina, dove rimase con il padre ed i nonni per qualche tempo. Tornata in Italia la sua personalità fu totalmente cambiata. Era diventata aggressiva e più volte era scappata da scuola. Quando arrivò a Bettona la 14enne non parlava e non era in grado di prendersi cura di sé. Il successivo mistero intervenne in seguito alla sua scomparsa. Di questo si parlerà anche questa sera nel corso della prima puntata di Chi l'ha visto su Rai3, dopo un breve accenno nel corso della fascia quotidiana.

DANIELA SANJUAN, NEWS: LA MORTE COLLEGATA A SARA BOSCO? I TANTI DEPISTAGGI IN 13 ANNI (CHI L’HA VISTO, 14 SETTEMBRE 2016) - Il caso di Daniela Sanjuan potrebbe essere collegato a quello di Sara Bosco, o quantomeno la comunità dove risiedevano queste due sfortunate ragazze trovate morte nell’ultimo anno è la medesima, “Piccol Carro di Bettona” e le indagini stanno cercando di capire se vi siano dei legami particolari tra i due casi. Intanto questa sera si torna a parlare di Daniela Sanjuan, come vi spieghiamo qui sotto, un fatto che in 13 anni di ricerche (il corpo è stato riconosciuto come quello di Daniela solo qualche mese fa) ha visto un numero altissimo di depistaggi che restano tutt’oggi misteriosi. Come riportano i colleghi del giornale locale UmbriaDomani, Daniela scomparve nel 2003 mentre i brandelli della sua calotta cranica vengono trovati nel 2013 e il test del dna l’ha riconosciuta nel 2016. In mezzo tanti depistaggi, come quella telefonata che raccontava di come Daniela fosse stata rapita e si trovasse in Italia. Oppure la voce che annunciava di aver visto Daniela vicino alla stazione di Napoli (un uomo poi riconosciuto dalle forze dell’ordine) fino alla segnalazione di una possibile Daniela Sanjuan intenta a fare l’elemosina a Bastia. Tante falsità, una famiglia distrutta e ora la possibile soluzione: le indagini si sono fermate, il mistero pure?

DANIELA SANJUAN, NEWS: LA SUA MORTE E' COLLEGATA A QUELLA DI SARA BOSCO? (CHI L'HA VISTO, 14 SETTEMBRE 2016) - Il mistero sulla morte di Daniela Sanjuan, la 14enne scomparsa 13 anni fa dalla comunità Piccolo Carro di Bettona, in provincia di Perugia, ha trovato parziale soluzione. Negli scorsi giorni infatti gli inquirenti hanno dato la conferma alla madre della ragazzina che i resti ritrovati nei boschi a poca distanza dalla comunità in cui Daniela si trovava come ospite, corrispondono proprio ai suoi. A dare la notizia è stata la trasmissione Chi l'ha visto che in più di un'occasione si è occupata del caso. Il programma tornerà a parlarne anche questa sera, mercoledì 14 settembre 2016, in occasione della sua prima puntata dopo la pausa estiva. Rimane il dubbio di come Daniela Sanjuan sia morta e di chi l'abbia uccisa. La madre ha sottolineato durante un'intervista, riporta NewNotizie.it, che all'epoca alla famiglia era stato vietato avvicinarsi alla comunità. "Non sapevamo nemmeno se mia figlia dormiva, stava bene", riferisce, "come era questa struttura in cui era ospitata. Non si poteva entrare". Rimane anche dubbioso il perché la sorella Ester ed Anna, la madre di Daniela Sanjuan, non siano state avvisate già tre anni fa, quando i resti della ragazzina sono stati ritrovati. All'epoca infatti non c'era stata alcuna richiesta di DNA per effettuare un confronto. Negli anni sono tanti i misteri che circondano quei boschi, fatti di scomparse, fughe e spesso anche morte. La comunità del Piccolo Carro di Bettona è collegata infatti ad un'altra morte tragica, quella della sedicenne Sara Bosco che nello scorso giugno è morta in un padiglione in disuso di Roma. Qual è il motivo di queste fughe? Le vittime scappavano da qualcosa o qualcuno? La scomparsa di Daniela Sanjuan risale infatti al 2003 ed appena due anni più tardi nella stessa zona si perdono le tracce anche di Fabrizio Catalano. Un sensitivo inoltre anni fa, riporta Blogo, avrebbe fatto uno strano collegamento fra la presunta -all'epoca- morte di Daniela Sanjuan e la tragica fine di due donne, Lucia Ciocoiu e Sonia Marra, entrambe scomparse in Umbria. Per il medium non c'erano dubbi: le tre vittime avevano trovato la morte per mano di un serial killer. Questa ipotesi è davvero possibile? 

< br/>
© Riproduzione Riservata.