BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALLERTA METEO / Roma, maltempo in Sardegna, Lazio, Toscana: Reatino, allarme temporali fino a mezzanotte (previsioni del tempo oggi 16 settembre 2016)

Allerta meteo, maltempo: la protezione civile conferma l’allerta arancione per buona parte del centro Italia ed in particolare Toscana e Lazio (previsioni del tempo, oggi 16 settembre 2016).

Immagini di repertorio (LaPresse) Immagini di repertorio (LaPresse)

Mentre a Roma il tempo sta andando verso il miglioramento con l’allerta meteo che rimane nel Lazio solo fino a questo pomeriggio, il centro Italia nelle zone del terremoto vive momenti di maggiore allarme con le tendopoli che stanno cercando di sistemare e mettere in sicurezza le varie tensostrutture anche in vista dell’Autunno. Nelle tendopoli di Arquata del Tronto, Acquasanta Terme e Montegallo i disagi sono stati contenuti, mentre ad Accumoli e Amatrice la condizione del meteo e dei temporali ha costretto un intervento della Protezione Civile per mettere in sicurezza eventuali disagi con “zone sicure” implementate. Stando alle indicazioni della Aeronautica militare e della stessa Protezione Civile, l’allerta meteo in tutta la zona del Reatino è estesa fino a mezzanotte, con leggero miglioramento domani mattina e maltempo che dovrebbe tornare verso la notte tra sabato e domenica.

L’alleta meteo per questo venerdì 16 settembre è purtroppo confermata molto alta in tutto il Centro Italia, oltre che in Sardegna dove nella notte un nubifragio ha colpito Cagliari e tutta la zona sud provocando numerosi alberi caduti e disagi sulla viabilità. Intanto l’area vicino a Roma e in tutto il Lazio patisce il maltempo con fiumi esondati, disagi sulla viabilità e purtroppo 5 feriti tra la metro e le stazioni dei bus per cadute di alberi e banchine allagate. Da ultimo la zona del terremoto è sottoposta a condizioni meteo di forte allerta: questa mattina ha parlato il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, in una intervista a Radio1 Rai: «Siamo in allerta arancione, con precipitazioni abbondanti che da stanotte stanno investendo i territori colpiti dal terremoto. Stiamo spingendo la gente ad abbandonare le tende per usufruire delle altre strutture disponibili ma ovviamente dobbiamo rispettare la volontà delle persone e il loro radicamento al territorio. Il tutto in attesa della costruzione delle casette, che ovviamente darà luogo a una situazione più semplice».

Allerta meteo che sbarca a Roma nella Capitale: le condizioni del tempo sono pessime e nelle ultime due ore sono anche peggiorate con il maltempo del Centro Italia che sta portando in Lazio e nelle regioni centrali grandi, bufere e danni ingenti per le esondazioni dei fiumi. Pochi minuti fa un albero è addirittura precipitato sulla pensilina di una fermata del bus a Tiburtina, provocando il panico e purtroppo anche 4 feriti, subito trasportate in ospedale nelle periferia della Capitale. La metro B è sotto disagio specie nella fermata di Eur Fermi dove un ragazzo è scivolato sulla banchina allagata ed è stato travolto, per fortuna non in maniera gravissima, da un convoglio della metro che sopraggiungeva (ha frenato in tempo e i traumi sono stati così limitati). Traffico in tilt in tutto il Lazio e anche le tendopoli delle zone terremotate stanno vivendo ore di disagi per la tantissima quantità di pioggia che sta scendendo e complicando notevolmente la già complessa vita in tenda.

Allerta meteo continua sul centro Italia con Lazio, Marche, Toscana e anche parte della Liguria ancora sotto temporali piuttosto violenti: grandine in alcuni punti, come nelle zone di Bracciano, e in generale la regione di Roma subisce i danni più ingenti tra la notte appena passata e questa prima parte della mattina. Vigili del Fuoco al lavoro dalle 7 di oggi verso i comuni di Cerveteri, Manziana e Bracciano, le zone più colpite dal maltempo pesante di queste ore. Addirittura in provincia di Viterbo è esondato il fiume Marta e altri piccoli corsi d’acqua sono usciti dai propri argini dopo solo poche ore di pioggia incessante: i colleghi di Repubblica riportano un’allerta per alcune persone vicine al fiume Marta che ora sono sotto soccorso degli elicotteri e dei sommozzatori perché in forte difficoltà davanti al maltempo. L’allerta meteo prosegue anche nel pomeriggio, con le previsioni del tempo che purtroppo non miglioreranno prima della notte: problemi anche nelle zone terremotate, tra Lazio, Marche e Umbria, con alcune tendopoli che stanno cercando di rinforzare e rendere più impermeabili le strutture.

Continua secondo le previsioni meteo delle ultime ore l’emergenza maltempo in buona parte dell’Italia ed in particolare nella zona centrale colpita con una certa intensità a partire dallo scorso weekend con forti rovesci a carattere temporalesco. La Protezione Civile ha annunciato dal proprio sito per mezzo di un comunicato, l’arrivo di una nuova perturbazione di origine atlantica che sta determinando un peggioramento delle condizioni meteo al Centro Nord con precipitazioni di forte intensità. In ragione di quanto detto, la Protezione Civile di comune accordo con le varie Regioni coinvolte ha voluto sottolineare un ulteriore avviso di condizioni meteo avverse. In particolare in queste prime ore del mattino ci saranno forti temporali che colpiranno alcune aree della regione Sardegna, Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise. Inoltre, la Protezione Civile ha deciso di valutare con l’allerta arancione la situazione di Toscana, Umbria e Lazio mentre sono segnalate con allerta gialla le Marche, l’Emilia Romagna, parte dell’Abruzzo, il versante Nord Occidentale della Sardegna, la Liguria, Molise e Veneto.

© Riproduzione Riservata.