BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

KATIA DELL'OMARINO / News, l'assassino avrebbe le ore contate, è tra i 10 soggetti "attenzionati"? (Oggi, 2 settembre 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Katia Dell'Omarino  Katia Dell'Omarino

KATIA DELL'OMARINO NEWS, L'ASSASSINO SEMPRE PIÙ ALLE STRETTE (ULTIME NOTIZIE OGGI, 2 SETTEMBRE 2016) - Negli ultimi giorni, in merito al giallo di Katia Dell'Omarino è stata avanzata più volte la possibilità che il suo assassino possa avere le ore contate. Lo si sarebbe appreso dall'ottimismo trapelato dagli ambienti investigativi dove ci sarebbe grande attesa in vista dei prossimi risconti. E' pur vero che finora i confronti tra i Dna prelevati ed il profilo genetico ricavato dalle tracce rinvenute sul cadavere della donna non avrebbe portato ad alcun esito positivo, ma si attendono ora anche i risultati di ulteriori confronti. Secondo le indiscrezioni rese note da ArezzoTv.net, infatti, sembra che dietro ai corredi genetici attualmente analizzati nei laboratori dell'Università di posa potrebbero celarsi proprio i volti dei soggetti attenzionati. Sarebbero circa una decina, come sappiamo, tutti uomini sulla cinquantina e residenti nel Biturgense. Proprio tra di loro potrebbe celarsi il vero assassino di Katia Dell'Omarino, lo stesso che la notte tra l’11 ed il 12 luglio scorso l’avrebbe prima coinvolta in una lite e poi uccisa.

KATIA DELL'OMARINO NEWS, L'ASSASSINO E' STATO COPERTO DA QUALCUNO? (ULTIME NOTIZIE OGGI, 2 SETTEMBRE 2016) - Continuano le indagini sul delitto di Katia Dell'Omarino, la 41 enne di Sansepolcro in provincia di Arezzo, trovata morta lo scorso 12 luglio vicino al torrente Afra. Secondo quanto riportato da la Nazione, si starebbe stringendo il cerchio sull'assassino della donna. I militari della Tenenza di Sansepolcro e quelli del Nucleo investigativo di Arezzo potrebbero forse dare presto un nome e un volto a chi ha ucciso Katia Dell'Omarino. Vanno avanti infatti le comparazioni tra il dna di 'ignoto 1' trovato sul corpo della donna e una decina di over 50enni. Durante l'autopsia sul corpo di Katia Dell'Omarino sono state rinvenute infatti alcune tracce biologiche dalle quali è stato isolato il dna di un uomo che gli investigatori hanno chiamato 'Ignoto 1'. Per ora i confronti hanno dato esito negativo ma le comparazioni non sarebbero terminate e continuerebbero anche la prossima settimana. Intanto è al vaglio degli inquirenti l'ipotesi che l’assassino di Katia Dell'Omarino possa essere stato 'coperto' da qualcuno, magari un amico o un conoscente.

KATIA DELL'OMARINO NEWS, L’ASSASSINO ALLE STRETTE: OCCHI PUNTATI SU DIECI INDIZIATI (ULTIME NOTIZIE OGGI, 2 SETTEMBRE 2016) - E' un giallo destinato ad una soluzione imminente, quello di Katia Dell'Omarino, la 41enne di Sansepolcro ritrovata senza vita e con la testa fracassata la mattina dello scorso 12 luglio, ai margini del torrente Afra. Chi ha ucciso Katia e perché? Sono queste le domande che si rincorrono tra gli inquirenti, i quali non sembrerebbero più avere dubbi sul fatto che il killer della 41enne sia proprio tra le persone sentite. Come riporta Arezzonotizie.it, il cerchio si sarebbe stretto attorno a dieci insospettabili soggetti, tutti della zona ed ultra 50enni, i quali in un modo o nell'altro avrebbero avuto rapporti (anche sessuali) con la vittima. Le serrate indagini finora sono andate per esclusione ed a finire nelle ultime ore in secondo piano, è stata anche la pista umbra. Non è lì, secondo gli inquirenti, che occorre cercare. L'assassino di Katia Dell'Omarino potrebbe essere più vicino di quanto non si immagini. C'è il sentore di una svolta e proprio le prossime ore potrebbero essere decisive a confermare i dubbi degli inquirenti finora raccolti dopo la lunga fase di acquisizione dei dati che ha visto sfilare oltre 200 persone. Non solo le testimonianze di soggetti che con Katia avevano avuto dei rapporti, anche solo superficiali, ma anche l'attenta analisi del territorio, gli esami dei tabulati telefonici, i riscontri sui contatti ritrovati tra gli appunti e l'agenda della vittima ed ovviamente la raccolta del Dna degli indiziati messo a confronto con il profilo biologico di "Ignoto 1" separato e raccolto dal cadavere della 41enne. Proprio il profilo genetico ritrovato, tuttavia, potrebbe non appartenere realmente a quello dell'assassino. Un'ipotesi, questa, che è bene considerare in quanto è possibile che Katia Dell'Omarino, la sera del delitto, sia stata in compagnia di un altro uomo prima di trovarsi faccia a faccia con il suo killer. Il lavoro degli inquirenti, dunque, dovrà tener conto di tutta una serie di elementi che, messi insieme, al momento avrebbero fornito i primi risultati positivi. Non resta che attendere ulteriori conferme prima di conoscere il presunto killer della 41enne ed il movente dietro un delitto così brutale.

< br/>
© Riproduzione Riservata.