BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Claustrofobia / Che cosa è? Ecco come si cura la patologia di cui soffre anche Pamela Prati (oggi, 20 settembre 2016)

Pubblicazione:martedì 20 settembre 2016 - Ultimo aggiornamento:martedì 20 settembre 2016, 10.08

Immagine d'archivio (LaPresse) Immagine d'archivio (LaPresse)

CLAUSTROFOBIA: COS'E? NE SOFFRE PAMELA PRATI E MILIONI DI PERSONE IN TUTTO IL MONDO. ECCO DI COSA SI TRATTA E COME SI CURA (OGGI, 20 SETTEMBRE 2016) - Anche Pamela Prati soffre di claustrofobia, come dalla stessa showgirl raccontato ieri sera durante la prima puntata del Grande Fratello Vip. Si tratta di una patologia che provoca la paura di stare in luoghi chiusi. Ma che cosa provoca esattamente la claustrofobia? Secondo l'Ipsico, l'Istituto di Psicologia e Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva, sede della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia cognitivo comportamentale riconosciuta dal Miur, "chi ha i sintomi della claustrofobia preferisce salire le scale, adducendo i più svariati motivi: l’opportunità di fare del moto per tenersi in forma, la necessità di raccogliere le idee prima di andare a parlare con qualcuno (l’ascensore è sempre troppo veloce!), e via dicendo". Ma la claustrofobia si può anche superare. L'Ipsico sottolinea infatti che "la cura della claustrofobia è relativamente semplice, come di tutte le fobie, e passa necessariamente attraverso un percorso di terapia cognitivo comportamentale, che mira a intervenire sui sintomi e a produrre un cambiamento e una soluzione dei problemi piuttosto che ad analizzarne le presunte cause remote".

CLAUSTROFOBIA: COS'E? NE SOFFRE PAMELA PRATI E MILIONI DI PERSONE IN TUTTO IL MONDO. ECCO DI COSA SI TRATTA (OGGI, 20 SETTEMBRE 2016) - Sono sempre di più le persone affette da claustrofobia e paure associate. Letteralmente, la claustrofobia riguarda il timore di ritrovarsi in uno spazio chiuso, ma nel particolare implica molte cose e situazioni, anche molto comuni. E' impossibile per esempio per un claustrofobico, poter salire sugli ascensori o anche stare in una stanza troppo piccola. Se la claustrofobia è a livelli più macroscopici, può tradursi inoltre nella paura di ritrovarsi di fronte a qualsiasi tipo di limite alla propria libertà. Ne è un esempio la recente rivelazione di Pamela Prati, che nella serata del debutto del Grande Fratello Vip 2016, ha rivelato di essere affetta da tale condizione. Nel suo caso non si tratta di ritrovarsi chiusa in un camerino o in una cantina, quanto l'intera situazione in cui la getterà il reality. Secondo gli studi clinici, la claustrofobia causa inoltre attacchi di panico, crisi respiratorie, naurea e sudorazione eccessiva, oltre ad un forte senso di oppressione. Sono questi gli stati d'animo che Pamela Prati ha deciso di combattere pur di partecipare allo show targato Mediaset, nonostante il recente rifiuto della showgirl di partecipare all'Isola dei Famosi. A limitare l'accesso al programma, era stato all'epoca l'uso dell'aereo per raggiungere Playa Desnuda, ma sembra che la Prati non riesca a stare bene nemmeno in uno spazio più ampio. Non appena la sua libertà di movimento viene minacciata, ha rivelato in un'intervista a Vanity Fair, perde del tutto l'autocontrollo. Come riuscire a curare la claustrofobia? Non esistono trattamenti medici o farmaci in grado di risolvere la situazione. Come per tutti i disturbi, più o meno gravi, di natura mentale, anche la claustrofobia prevede come unica soluzione l'entrata in terapia. Grazie a specialisti comportamentali, si può "rieducare" la persona a vivere serenamente anche in situazioni così debilitanti. 



© Riproduzione Riservata.