BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LUCA VARANI / News, Manuel Foffo e Marco Prato: violenza inaudita, oltre 100 colpi tra martellate e coltellate (Oggi, 21 settembre 2016)

Luca Varani, ultime news: consegnata al pm l'autopsia shock. Manuel Foffo e Marco Prato si sarebbero accaniti sulla vittima con oltre cento colpi tra martellate e coltellate.

Luca Varani Luca Varani

I riflettori tornano ad accendersi sul caso di Luca Varani, il giovane romano che trovò la morte lo scorso 4 marzo al culmine di un festino in un appartamento al Collatino, periferia della Capitale. Repubblica.it ha riferito i risultati shock dell'autopsia che evidenziano le sevizie subite dal 27enne da parte di Manuel Foffo e Marco Prato. Il documento consegnato nella giornata odierna al pm Francesco Scavo contiene dati inquietanti: Luca Varani sarebbe stato raggiunto da almeno cento colpi tra martellate e coltellate, fino a morire dissanguato a causa delle numerose ferite riportate e delle lunghe e indicibili sevizie. Nello specifico, i dati autoptici parlano di circa venti martellate alla testa e in bocca e 30 le ferite da arma da taglio superficiali, inferte da Foffo e Prato al solo scopo di far soffrire fino alla fine il povero Luca Varani. Tra queste anche i tagli alla gola con l'uso di un coltello per affettare il pane, appositamente inferti senza tagliare le corde vocali e la giugulare. Nessuna ulteriore ferita risulterebbe dopo il suo decesso. Dall'autopsia, inoltre, è stato escluso il rapporto sessuale con i suoi assassini, inizialmente ipotizzato. Ciò che ha colpito gli inquirenti è stata l'inaudita violenza a carico del giovane 27enne, il quale dopo essere stato stordito con un mix di droga ed alcol, sarebbe stato sottoposto ad oltre due ore di sevizie fino alla morte, giunta in modo lento e doloroso. Un accanimento, quello ad opera di Manuel Foffo e Marco Prato, come se avessero avuto un conto in sospeso con la vittima. Le loro tracce sarebbero state rinvenute dai periti su tutte le armi impiegate nel massacro dello scorso 4 marzo, sottolineando come entrambi abbiano dato un analogo contributo nel delitto di Luca Varani. Per la giornata di domani, inoltre, è previsto un sopralluogo dopo mesi di distanza, nell'appartamento in via Igino Giordani, divenuto il luogo del massacro.

© Riproduzione Riservata.