BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORTUNA LOFFREDO / News, Raimondo Caputo e Marianna Fabozzi a processo: mamma della bimba, "primo passo verso la verità" (Oggi 22 settembre 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Fortuna Loffredo  Fortuna Loffredo

FORTUNA LOFFREDO NEWS, RAIMONDO CAPUTO E MARIANNA FABOZZI A PROCESSO: LE DIFESE DEI DUE INDAGATI ANNUNCIANO BATTAGLIA IN AULA (ULTIME NOTIZIE OGGI, 22 SETTEMBRE 2016) - Un primo passo verso la ricerca della verità sulla morte di Fortuna Loffredo è stato compiuto ieri, in seguito al rinvio a giudizio di Raimondo Caputo, suo presunto assassino e dell'ex compagna Marianna Fabozzi, accusata di aver coperto gli abusi di Caputo a scapito della figlia di tre anni. La mamma della bambina di sei anni precipitata dal palazzo del Parco Verde di Caivano, Mimma Guardato, al quotidiano Il Mattino ha dichiarato dopo il rinvio a giudizio dei due indagati: "Spero che la giustizia sia rapida e possa dare un senso alla morte di mia figlia". La donna ha proseguito: "La giustizia sta facendo il suo corso e il rinvio a giudizio degli assassini di mia figlia è solo il primo passo verso la verità. Nel mio disastrato quartiere si era sparsa la voce che Marianna sarebbe uscita e, invece, è uscita nel blindato per ritornare in cella". A proposito dei due indagati, le rispettive difese avrebbero già annunciato una aspra battaglia in aula, in vista dell'inizio del processo del prossimo 8 novembre. La battaglia sarà basata principalmente sulle perizie psichiatriche infantili compiute sulle tre figlie di Marianna Fabozzi e che rappresentano le maggiori accusatrici dell'ex compagno Titò.

FORTUNA LOFFREDO NEWS, RAIMONDO CAPUTO E MARIANNA FABOZZI A PROCESSO: L'8 NOVEMBRE LA PRIMA UDIENZA (ULTIME NOTIZIE OGGI, 22 SETTEMBRE 2016) - Nella giornata di ieri si sono avute importanti novità nel caso di Fortuna Loffredo, in seguito al rinvio a giudizio da parte del giudice di Raimondo Caputo e Marianna Fabozzi, ex amanti. Entrambi affronteranno la prima udienza del processo il prossimo 8 novembre presso la quinta sezione della Corte di Assise di Napoli, come evidenzia Il Mattino nella sua versione online. Il primo è accusato del delitto volontario di Fortuna Loffredo e delle violenze a carico della bambina di sei anni precipitata dal palazzo del Parco Verde di Caivano. A processo anche Marianna Fabozzi accusata solo di aver coperto la violenza ad opera dell'ex convivente su una delle figlie di appena tre anni. Le difese dei due indagati avrebbero sollevato nel corso dell’udienza di ieri alcune eccezioni tra cui quella relativa alla possibilità di valutare la posizione di Pasquale Fabozzi, fratello di Marianna, Rachele di Domenico, che avrebbe fatto sparire la scarpetta di Fortuna Loffredo e Angela Angelino, mamma di Fabozzi che avrebbe costretto le nipotine a mentire sugli spostamenti di Caputo il giorno del delitto. Il gup, in merito, si è riservato di decidere anche sul non luogo a procedere che è stato chiesto per tutti gli imputati nel giallo di Caivano, poi rinviati a giudizio. Si attende ora la prima udienza la cui data è già stata fissata.

FORTUNA LOFFREDO NEWS, RAIMONDO CAPUTO E MARIANNA FABOZZI A PROCESSO: LE TAPPE DELL’ITER SARANNO LUNGHE (ULTIME NOTIZIE OGGI, 22 SETTEMBRE 2016) - Il caso di Fortuna Loffredo, la piccola violentata e buttata dalla finestra di un palazzo di Caivano alle periferie di Napoli ha visto ieri una prima tappa importante: gli indagati per l’omicidio, Raimondo Caputo e l’ex compagna Marianna Fabozzi sono stati rinviati a giudizio e dunque partirà a breve il processo per provare a stabilire cosa è davvero successo la mattina del 24 giugno di due anni fa. Le indagini ovviamente vanno avanti ma l’iter del processo non sarà per nulla facile: Marianna ha fornito numerose dichiarazioni controverse che andranno verificate, ma le sabbie mobili di quel palazzo degli orrori purtroppo sono ancora piuttosto presenti. Depistaggi, prove nascose, dichiarazioni inventate e poi corrette: tanti personaggi che potrebbero essere coinvolti attivamente nel delitto o che semplicemente sanno più di quanto affermato agli inquirenti.

FORTUNA LOFFREDO NEWS, RAIMONDO CAPUTO E MARIANNA FABOZZI A PROCESSO: LE PAROLE DEL PADRE DELLA VITTIMA SULLE INDAGINI IN CORSO (ULTIME NOTIZIE OGGI, 22 SETTEMBRE 2016) - Il caso di Fortuna Loffredo, la bambina morta all'età di sei anni dopo essere precipitata dall'ottavo piano del palazzo nel quale viveva al Parco Verde di Caivano la mattina del 24 giugno di due anni fa, è tornato centrale nella cronaca nostrana. Nella giornata di ieri, Raimondo Caputo, detto Titò, insieme all'ex compagna Marianna Fabozzi sono comparsi in Corte d'Assise davanti al gup del Tribunale di Napoli Nord che ha deciso per il loro rinvio a giudizio. Caputo dovrà rispondere di abusi reiterati a carico di Fortuna Loffredo e delle figlie dell'allora convivente Marianna Fabozzi, mentre quest'ultima solo di aver coperto le violenze sessuali ai danni di una delle figlie. La Fabozzi, ricordiamolo, è legata ad un altro orribile caso di morte avvenuto nel medesimo palazzo di Caivano, quello del figlio di appena 4 anni, Antonio Giglio, precipitato nelle medesime circostanze un anno prima del delitto di Fortuna Loffredo. Il caso che vede a processo Raimondo Caputo e l'ex compagna è stato affrontato ieri pomeriggio dalle maggiori trasmissioni tv, rispettivamente da Pomeriggio 5 e da La Vita in Diretta. Al programma di Canale 5 condotto da Barbara d'Urso è intervenuto il padre della piccola volata giù dall'ottavo piano, Pietro Loffredo affiancato dal suo avvocato Angelo Pisani. L’uomo questa mattina era in udienza in attesa della decisione del gup ed ha contestato quanto accaduto in favore di Marianna Fabozzi: “Questa donna che doveva essere anche lei condannata in concorso nell’omicidio di mia figlia, non viene più condannata per questo ma solo in concorso per gli abusi. Lei non viene accusata per l’omicidio di mia figlia”. Sin dalla morte della piccola Fortuna Loffredo, l’idea dei genitori della bambina è che non sia mai stata buttata giù, tesi confermata anche ieri dal papà. “E’ proprio l’avvocato che si era accorto dell’impossibilità che fosse caduta da lì”, ha commentato Pietro. Nel corso del suo intervento alla trasmissione di Canale 5, il padre di Fortuna Loffredo ha insistito nel sottolineare come tutte le indagini siano sbagliate: “Ci sono altre persone che devono essere coinvolte”. Ad intervenire sul punto delle indagini è stato anche l’avvocato Pisani che ha chiarito: “Le indagini non sono assolutamente sbagliate. C’è un percorso giudiziario che è iniziato, ci sono degli imputati rinviati a giudizio per le loro responsabilità. Due colpevoli non sono sufficienti di fronte a dei crimini così efferati. Noi vogliamo che la verità sia accertata a 360 gradi, che si sappiano nomi e si puniscano le condotte di altri colpevoli”, ha chiosato il legale del padre di Fortuna Loffredo e dei suoi nonni.



© Riproduzione Riservata.