BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

US Voter Registration Day Reminder / Il doodle di Google per le elezioni americane dell’8 novembre (Oggi, 26 settembre 2016)

Pubblicazione:

Il Google Doodle  Il Google Doodle

US VOTER REGISTRATION DAY REMINDER, IL GOOGLE DOODLE PER LE ELEZIONI AMERICANE DELL’8 NOVEMBRE (OGGI, 26 SETTEMBRE 2016) – Mancano meno di due mesi alle importantissime elezioni presidenziale americane e Google ricorda a tutti i cittadini statunitensi l’evento politico lasciando loro un prezioso promemoria sotto forma di Doodle. Un Doodle a cui è stato dato il nome celebrativo di US Voter Registration Day Reminder, visibile quest’oggi in tutti gli Stati Americani e che oltre a proporsi come una sorta di Promemoria ricordando l’avvicinarsi della consultazione elettorale politica, consente anche di effettuare la registrazione utile per esprimere le proprie preferenze. Tra l’altro cliccando sul Doodle, si viene reindirizzati verso uno strumento creato ad hoc che permettere di effettuare la registrazione nel rispettivo stato di residenza ottenendo peraltro tante ulteriori utili informazioni relative alle elezioni in programma il prossimo 8 novembre.

US VOTER REGISTRATION DAY REMINDER, LE ELEZIONI CHE VEDRANNO HILLARY CLINTON OPPOSTA A DONALD TRUMP (OGGI, 26 SETTEMBRE 2016)- Google quest’oggi con un doodle visibile soltanto negli Stati Uniti d’America ricorda a tutti i cittadini l’approssimarsi delle elezioni in programma l’8 novembre e soprattutto che occorre effettuare la registrazione fornendo in tal senso un utile link. Elezioni che decideranno chi tra Hillary Diane Rodham Clinton conosciuta semplicemente come Hillary Clinton e Donald Trump, succederà a Barack Obama nel ruolo di Presidente degli Stati Uniti. La Clinton è la rappresentante del Partito Democratico mentre Donald Trump, eccentrico miliardario da una vita sulla cresta dell’onda per le sue geniali intuizioni, è l’alfiere del Partito Repubblicano. Una sfida che stando ai sondaggi vedrebbe in leggero vantaggio la Clinton ma che tuttavia rimane più aperta che mai visto che lo scarto è davvero minimo e si avvicinano i primi confronti televisivi che potrebbero ribaltare la situazione. Un appuntamento che anche dall’Italia verrà seguito con eccezionale interesse.



© Riproduzione Riservata.