BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FORTUNA LOFFREDO / News, Raimondo Caputo e Marianna Fabozzi: ecco quanto rischiano in caso di condanna (Oggi, 30 settembre 2016)

Fortuna Loffredo, ultime news: la padre della bambina uccisa commenta gli ultimi retroscena in seguito al rinvio a giudizio del presunto assassino Raimondo Caputo e dell'ex compagna.

Fortuna LoffredoFortuna Loffredo

Nei giorni scorsi è stato rinviato a giudizio per il delitto di Fortuna Loffredo, Raimondo Caputo, indagato anche per le violenze sessuali nei confronti della bambina di sei anni e non solo. Dal prossimo novembre, dunque, inizierà il processo a carico dell'uomo, così come a carico di Marianna Fabozzi, sua ex compagna ed accusata di omessa vigilanza sulla figlia di appena 3 anni abusata dallo stesso Caputo. Come spiega l'avvocato Daniele Bocciolini sulle pagine del settimanale Giallo, cosa rischiano i due imputati in caso di condanna? "A lui verrà quasi certamente applicata la pena dell'ergastolo", ha dichiarato l'avvocato Bocciolini. Quale, invece, la pena a carico di Marianna Fabozzi? "La pena in questi casi arriva fino ai 14 anni", ha asserito il legale. Sempre a detta di Bocciolini, fondamentale per la decisione del gup sono state le testimonianze delle amichette di Fortuna Loffredo, a partire da una delle figlia di Marianna Fabozzi che per prima ha confidato agli inquirenti chi avrebbe gettato Fortuna dal piano alto del palazzo degli orrori di Caivano, avanzando il nome di Raimondo Caputo.

Nei giorni scorsi, il caso della piccola Fortuna Loffredo, la bambina di appena 6 anni morta il 24 giugno 2014 dopo essere precipitata da un piano alto del palazzo in cui viveva, al Parco Verde di Caivano, è tornato centrale. Raimondo Caputo, detto “Titò”, in carcere con l’accusa di omicidio volontario e violenze sessuali, è stato rinviato a giudizio. La stessa sorte è toccata anche all’ex compagna Marianna Fabozzi, anche lei arrestata, la quale però dovrà rispondere non di omicidio ma “solo” di omessa vigilanza sulla propria figlia di appena 3 anni, anche lei vittima delle violenze sessuali di Caputo. Il processo a loro carico prenderà il via il prossimo 8 novembre, intanto la mamma della piccola Fortuna Loffredo, Domenica “Mimma” Guardato, tramite le pagine del settimanale Giallo ha esposto i suoi dubbi sull’intera vicenda asserendo: “Ci sono altre persone coinvolte nel delitto della mia piccola Fortuna”. La donna stenta a credere che Raimondo Caputo abbia fatto tutto da solo e la sua convinzione è piuttosto quella secondo la quale anche Marianna Fabozzi possa avere delle responsabilità decisamente maggiori rispetto a quelle che le sono state al momento riconosciute. “Quando è stata uccisa, mia figlia era in quell’appartamento al settimo piano, dove non c’era solo Raimondo Caputo”, ha dichiarato la mamma di Fortuna Loffredo. “Ci sono ancora molte ombre sull’omicidio. Siamo solo all’inizio, il percorso verso la verità è ancora molto lungo”, ha chiosato la donna, che non si arrende ma anzi è decisa a dare battaglia anche nel corso del processo. Il provvedimento preso, infatti, non ha del tutto convinto Mimma Guardato, la quale è certa anche della colpevolezza di Marianna Fabozzi, a sua detta responsabile quanto il suo ex compagno Raimondo Caputo dell’uccisione della figlia. La madre della piccola vittima ha infine puntato il dito anche contro i tanti testimoni del delitto di Fortuna Loffredo che sin dall’inizio hanno preferito seguire la via del silenzio rendendo ancora più complesso il lavoro degli inquirenti.

© Riproduzione Riservata.