BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ISIS NEWS / Baghdad, autobomba uccide almeno nove persone e ne ferisce venti (oggi, 6 settembre 2016)

ISIS News: la CNN è entrata in possesso di importanti documenti dove vengono citati due terroristi considerati essenziali per gli attacchi all'estero. News del 6 settembre 2016.

Isis News (LaPresse)Isis News (LaPresse)

Almeno nove le persone rimaste uccise in un attentato dell'Isis a Baghdad. Un'auto imbottita di esplosivo è stata fatta saltare ieri sera nel quartiere di Karrada della capitale irachena nei pressi di un ospedale non lontano da dove lo scorso luglio l'Isis fece una strage, uccidendo 324 persone in uno degli attentati più atroci dall'inizio della guerra in Iraq nel 2003. Obbiettivo di questo e di tutti gli altri attentati dell'Isis i musulmani sciiti, nemici giurati dei sunniti a cui fanno riferimento i terroristi. I feriti sono almeno venti e si teme che il numero dei morti possa aumentare mentre le operazioni di soccorso sono ancora in svolgimento.

Si fa chiamare Abu Issa al-Almani, è un cittadino tedesco che si vanta di essere stato cristiano e adesso convertito all'islam e come tanti come lui ha raggiunto da tempo la Siria per unirsi all'Isis. In un suo video postato sulla Rete fa vedere le sue imprese: frusta con ferocia i prigionieri, partecipa ad esecuzioni pubbliche e soprattutto fa propaganda per invitare i giovani tedeschi a unirsi all'Isis. Non è il primo tedesco a unirsi all'Isis, il più noto era Denis Cupert, un ex rapper di Berlino noto con il nome d'arte di Deso Dogg che una volta unitosi all'Isis è stato soprannominato il "Goebbels dell'Isis" per la sua attività di propaganda e che in un video minacciò di uccidere Barack Obama. 

Importanti rivelazioni provengono dalla CNN sugli obiettivi dell'ISIS per lo scorso 13 novembre. Il Bataclan, i bar di Parigi e lo Stade de France non erano infatti gli unici siti nelle mire dello Stato Islamico che invece preveda di mettere in atto una strade ancora più grande. In migliaia di documenti ed informazioni vicine ai terroristi c'è la prova che il piano puntava verso l'attacco contemporaneo in diversi Paesi dell'Europa, fra cui Olanda e Gran Bretagna. Anche l'attacco parigino sarebbe dovuto andare diversamente: il progetto era di colpire nello stesso momento anche un supermercato ed i centri commerciali. Fra le carte è spuntato anche un nome, quello di Abid Tabaouni, che finora non era mai emerso e che è stato arrestato nello scorso luglio dopo mesi di latitanza lungo tutto il suolo europeo. Spicca anche il nome di Amn al-Kharji, considerato chiave per gli attacchi promossi dall'Isis all'estero. Nel frattempo, arriva la conferma che nelle cinque esplosioni contro le aree controllate dal governo siriano sono morte 48 persone ed almeno 43 sono rimaste ferite. La rivendicazione dello Stato Islamico e dell'ISIL, conosciuto anche come Levante, è avvenuta ieri. Colpite la città della costa Tartous con una doppia esplosione: un'autobomba ed un kamikaze dotato di cintura esplosiva. Secondo l'Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, riporta Al Jazeera, sono almeno 14 i civili che hanno perso la vita a Tartous, fra cui due donne ed un bambino. 

© Riproduzione Riservata.