BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Katia Dell'Omarino / News: attesi i risultati del test del Dna, l'assassino è alle strette? (Oggi, 6 settembre 2016)

Katia Dell'Omarino, le news: ultime ore prima della verità sull'assassino della 41enne di Sansepolcro. Tutti i dati finora raccolti sempre più vicini alla verità?

Katia Dell'Omarino Katia Dell'Omarino

L'assassino di Katia Dell'Omarino potrebbe essersi tradito da solo con una serie di pesanti incongruenze: i Carabinieri del Nucleo investigativo di Arezzo e della Tenenza di Sansepolcro non si sono fermati quest'estate e hanno ristretto il cerchio delle persone sospettate a uomini ascoltati più volte che avrebbero dato versioni poco convincenti di quella notte. A due mesi dalla morte della 41enne, mancano pochi tasselli: in settimana sono attesi i risultati del test del Dna svolto presso l'Università di Pisa. Potrebbero rappresentare la svolta nel caso di Katia Dell'Omarino. La situazione resta molto difficile: «Senza conoscere il perché di questa morte e sapendo che il colpevole è ancora in giro, per i familiari voltare pagina sembra impossibile», ha dichiarato il legale Anna Buocompagni, come riportato da ArezzoNotizie. La famiglia, dunque, continua ad attendere importanti novità per fare chiarezza sulla morte di Katia Dell'Omarino.

Il giallo sul delitto della 41enne di Sansepolcro, Katia Dell'Omarino, potrebbe vedere la parola fine ancor prima del termine di questa settimana. E' questa la speranza coltivata dagli inquirenti che sarebbero in attesa dei risultati degli ultimi riscontri prima di mettere le manette all'assassino della donna, uccisa la notte del 12 luglio scorso in seguito ad una lite culminata con una serie di violenti colpi alla testa. "C'è il nome, manca solo di mettergli le manette ai polsi", scrive in merito al giallo il sito Arezzotv.net, ormai certo della svolta repentina che le indagini sul delitto di Katia Dell'Omarino avrebbero avuto proprio nelle passate ore. Saliente, in questa delicatissima fase, sarebbe stata anche una testimonianza, giunta nei giorni scorsi e che confermerebbe la presenza della vittima in compagnia dell'uomo finito nel mirino degli inquirenti proprio la sera del delitto. L'assassino della 41enne - un over 50 del Biturgense appartenente alla decina di profili "attenzionati" in questa seconda fase decisiva delle indagini - avrebbe ormai le ore contate. Mancherebbe dunque il riscontro ufficiale e non è detto che arriverà proprio dal confronto tra il Dna ed il profilo genetico di "Ignoto 1". Negli ultimi giorni è infatti emersa questa possibilità, evidenziata anche da Arezzonotizie.it, secondo il quale il profilo genetico emerso dal cadavere di Katia Dell'Omarino potrebbe non rappresentare in questo caso la "prova regina". E' possibile, infatti, che la traccia biologica possa essere stata lasciata da un altro soggetto durante un precedente incontro avvenuto la stessa sera del delitto della donna. Su questo aspetto dagli ambienti investigativi sarebbe emerso il massimo riserbo ma è certo che l'incrocio di tutti i dati finora raccolti - e che avrebbero portato ad escludere del tutto la pista umbra - porterà ora all'individuazione dell'assassino ed alla soluzione dell'intero caso, a distanza di quasi due mesi dall'omicidio.

© Riproduzione Riservata.