BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NAZISTA ALLA CIA / Brygida, picchiava i bambini destinati alle camere a gas: assoldata dall'Intelligence (Oggi, 6 settembre 2016)

Hildegard Lächter: una nazista alla Cia. Der Spiegel ha disegnato il ritratto della feroce guardiana di un campo di sterminio e informatrice dei servizi segreti (oggi, 6 settembre 2016).

Logo Cia (Central Intelligence Agency) Logo Cia (Central Intelligence Agency)

E' agghiacciante il ritratto di Hildegard Lächter, la cui storia è stata ricostruita dal settimanale tedesco Der Spiegel, gettando nuove e preoccupanti ombre sui servizi segreti occidentali nel Dopoguerra. La donna era una feroce guardiana in un campo di sterminio nazista e al tempo stesso informatrice della Cia. Hildegard Lächter era conosciuta anche come "Brygida la sanguinaria" perché era una guardiana particolarmente cattiva e feroce: nel campo di Majdanek, nella Polonia orientale, picchiava i bambini prima che fossero portati alle camere a gas e gettava i prigionieri in fosse-latrine fino a farli affogare nelle feci. Ciò non ha rappresentato evidentemente un problema per la Cia, né per il Bnd, i servizi segreti della Germania Ovest, che si sono serviti di lei in molteplici occasioni. Hildegard Lächter fu condannata per crimini nazisti ad una pena detentiva in Polonia, da dove fu poi espulsa nel 1956. L'intelligence americana, però, l'ha interpellata per ottenere informazioni su un agente dei servizi segreti polacchi fuoriuscito che aveva conosciuto durante la detenzione. Il settimanale tedesco ha affermato che all'epoca Cia e Bnd sapessero con chi stavano avendo a che fare. La Cia, però, poi decise di mollarla, perché la donna parlava troppo dei suoi rapporti con l'intelligence americana, creando così problemi. Non sorprende che la Cia si sia servita di ex gerarchi nazisti, perché è una vicenda già nota, ma prima d'ora non erano mai state trovate prove del fatto che anche le donne fossero state arruolate dai servizi segreti. Di conseguenza, Hildegard Lächter, che fu accusata di complicità nell'uccisione di quasi 1.200 persone nel processo di Majdanek che si tenne dal 1975 al 1981, entra nella lista dei gerarchi del Terzo Reich reclutati dai servizi segreti occidentali.

© Riproduzione Riservata.