BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DANIELA ROVERI / News, entro la fine della settimana i risultati sul capello maschile dotato di bulbo, attesa per il Dna (Oggi, 11 gennaio 2017)

Daniela Roveri, ultime notizie: perdono consistenza le piste del club di Azzano San Paolo e dell'Ikra. Analisi del capello: l'assassino è un uomo? (oggi, 11 gennaio 2017).

Daniela Roveri (immagine d'archivio) Daniela Roveri (immagine d'archivio)

DANIELA ROVERI NEWS: IN SETTIMANA I RISULTATI DEGLI ESAMI SUL CAPELLO (OGGI, 11 GENNAIO 2017) - I prossimi giorni potrebbero essere decisivi per il giallo sul delitto dio Daniela Roveri, la manager 48enne di Colognola, Bergamo, uccisa con un solo fendente alla gola quasi un mese fa. Secondo le notizie rese note dal Il Giorno, infatti, in settimana potrebbero emergere i risultati degli accertamenti compiuti sul capello ritrovato tra le dita della vittima. Un capello corto ed appartenente a un uomo, forse proprio all'assassino di Daniela Roveri. La certezza arriverà solo in un secondo momento, quando cioè sarà estrapolato dal bulbo di cui il capello è dotato il Dna, che potrebbe indirizzare gli inquirenti verso la soluzione del giallo. Dopo aver estrapolato il Dna, questo sarà sottoposto ai dovuti confronti, non solo in merito ai profili genetici delle persone intervenute subito dopo il delitto (soccorritori del 118 e poliziotti) ma anche con chi era a contatto con la Roveri (parenti, amici e colleghi). In caso di Dna estraneo, questo potrebbe rappresentare il punto di partenza per potersi mettere sulle tracce del presunto assassino della 48enne. Intanto, nelle passate ore sono stati eseguiti sul corpo di Daniela Roveri diversi tamponi a caccia di tracce biologiche estranee e che potrebbero rivelare una possibile quanto ulteriore svolta, dopo quella del capello.

DANIELA ROVERI NEWS: AL VIA L'ANALISI DEL CAPELLO. E' CORTO, IL KILLER POTREBBE ESSERE UN UOMO (OGGI, 11 GENNAIO 2017) - Nuovi sviluppi per l'Omicidio di Daniela Roveri, la manger di Colognola uccisa lo scorso 20 dicembre 2017. Ieri mattina sono state effettuate le analisi sul capello ritrovato all'interno della mano della donna, uccisa con un unico fendente alla gola. L'analisi potrà rivelare la presenza di materiale genetico da prelevare e che potrebbe appartenere all'assassino. Secondo le prime indiscrezioni, la morfologia del capello potrebbe far pensare ad un uomo, dato che è corto. Non si esclude tuttavia la possibilità che appartenga invece a qualcuna delle persone che quella sera sono intervenute sulla scena del crimine, come gli stessi agenti di Polizia oppure i socorritori. La presenza di una ferita all'interno della mano di Daniela Roveri farebbe pensare tuttavia che si sia difesa dall'aggressore. Per fugare ogni dubbio proprio in tal senso, sottolinea Bergamo News, nei prossimi giorni si cercherà anche la presenza di materiale sotto le unghie della vittima, per accertare se la donna ha avuto una colluttazione con il killer. L'omicidio è avvenuto in realtà in pochi secondi, dato che Daniela Roveri è stata colta alle spalle ed è stata subito immobilizzata. Infine la coltellata, mortale, alla gola. Intanto le indagini continuano sotto la guida dei Sostituti Procuratori Fabrizio Gaverini e Davide Palmieri, che hanno quasi del tutto escluso la pista del club di Azzano San Paolo e l'azienda stessa in cui lavorava la vittima, la Ikra di San Paolo d'Argon. 

© Riproduzione Riservata.